Sabato i No Pass scendono di nuovo in piazza

Sabato i No Pass scendono di nuovo in piazza. Nella giornata di ieri i referenti della manifestazione, guidati da Giusy Pace, gli stessi che sabato scorso (e così da quindici sabati) hanno sfilato con pettorine e righe evocando i deportati nei lager nazisti, hanno depositato in Questura il preavviso della manifestazione.

A nulla sono serviti gli appelli del sindaco Alessandro Canelli, l’indignazione della città e del Paese intero, la protesta pacifica della Comunità Ebraica (leggi qui) così come il messaggio che Liliana Segre ha rivolto al gruppo dei No Pass novaresi, letto da Milena Santerini, coordinatrice della lotta all’antisemitismo della presidenza del Consiglio dei ministri: «Quella gente è proprio fortunata perché ha potuto mimare la sofferenza senza viverla, non sa cosa ha davvero sofferto coloro che sono stati prima esclusi, poi discriminati e infine annientati».

Le modalità non sono ancora state rese note e nella giornata di oggi Prefetto e Questore dovrebbero decidere in merito.

Leggi anche

Piero Pelù contro il corteo shock: «C’è chi vede pornografia dappertutto ma non si accorge dell’oscena sfilata a Novara»

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL