Rsa, Canelli: «Comunicazione trasparente con i parenti»

Rsa, Canelli: «Comunicazione trasparente con i parenti».  Le case di riposo rappresentano uno degli aspetti più preoccupanti di questa emergenza sanitaria; le situazioni più critiche si registrano nelle Rsa di Borgomanero e Invorio mentre a Novara la struttura finita nel mirino è la San Francesco. Il 6 aprile sono cominciati i tamponi a tappeto, come aveva annunciato il commissario straordinario dell’Asl, Gianfranco Zulian.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Per quanto riguarda le strutture di Novara città «i test – ha confermato il sindaco Alessandro Canelli nella diretta di stasera – vengono effettuati sugli 850 ospiti e sul personale. Su una casa di riposo in particolare (San Francesco, nrd.) stiamo monitorando la situazione in modo ancora più scrupolo. Invito i direttori delle diverse strutture a mettere in atto una comunicazione trasparente con in parenti dei ricoverati, dando loro notizie precise prima di Pasqua».

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni