Rsa, Canelli: «Comunicazione trasparente con i parenti»

Rsa, Canelli: «Comunicazione trasparente con i parenti».  Le case di riposo rappresentano uno degli aspetti più preoccupanti di questa emergenza sanitaria; le situazioni più critiche si registrano nelle Rsa di Borgomanero e Invorio mentre a Novara la struttura finita nel mirino è la San Francesco. Il 6 aprile sono cominciati i tamponi a tappeto, come aveva annunciato il commissario straordinario dell’Asl, Gianfranco Zulian.

 

[the_ad id=”62649″]

 

Per quanto riguarda le strutture di Novara città «i test – ha confermato il sindaco Alessandro Canelli nella diretta di stasera – vengono effettuati sugli 850 ospiti e sul personale. Su una casa di riposo in particolare (San Francesco, nrd.) stiamo monitorando la situazione in modo ancora più scrupolo. Invito i direttori delle diverse strutture a mettere in atto una comunicazione trasparente con in parenti dei ricoverati, dando loro notizie precise prima di Pasqua».

 

 

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL