Rotary club Novara sostiene Ambar AUT – Una Casa per l’Autismo

È solo uno dei service attivati durante l'ultimo anno, in cui il club è stato presieduto da Massimo Fiore, che ha passato il testimone ad Alessandro Monteverde. Ospite della serata l'arpista Luisa Prandina

Rotary club Novara sostiene Ambar AUT – Una Casa per l’Autismo, per cui ha raccolto una donazione di 80.000 euro. È solo uno dei service attivati durante l’ultimo anno, in cui il club è stato presieduto da Massimo Fiore.

«L’iniziativa viene realizzata con ampia ristrutturazione di un ex cascinale in fondo a Corso Risorgimento – spiega Fiore – L’intervento complessivo prevede un rilevante investimento che vedrà il coinvolgimento di Fondazioni e contributi privati. Un ulteriore intervento, in itinere e condiviso con il Rotary Club Val Ticino di Novara, prevede un intervento specifico stanziato per il ripristino dei locali dell’Accademia del Broletto che dopo l’estate potranno essere inaugurati. Inoltre sono stati donati diversi dispositivi elettronici (computers e videoproiettore) a scuole novaresi a supporto della crescita dei giovani».

La serata di chiusura di questo ultimo anno rotariano è stata allietata dalla performance di Luisa Prandina, prima arpa dell’orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Fra gli ospiti anche il vescovo Monsignor Franco Brambilla e l’assessore Valentina Graziosi.

La serata è terminata con il passaggio delle consegne al Presidente per l’anno rotariano 2021-2022, Alessandro Monteverde, con la tradizionale spillatura e il collare che porta con sé i 92 anni trascorsi del più longevo Rotary Club novarese.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: