Regione, i novaresi Marnati e Lanzo in quarantena volontaria

«Adesso sono in “sorveglianza attiva”, sono a casa e non posso uscire in teoria per 14 giorni, a meno che il tampone risulti negativo e quindi potrò fare attività limitata, ma con mascherina, fino al termine dei 14 giorni», spiega l’assessore regionale Matteo Marnati. «Il tampone – aggiunge – verrà fatto o questa sera o domani mattina, perché come di prassi devono passare 72 ore dall’ultimo contatto e noi abbiamo avuto Giunta venerdì».

 

[the_ad id=”62649″]

 

«Continuiamo normalmente l’attività, tra poco, alle 17 avremo la giunta via Skype». E rivolto ai novaresi «è un momento particolarmente difficile, è necessario seguire le disposizioni perché in questo momento l’attività principale è il contenimento del contagio. Se siamo tutti ligi si uscirà prima dalla situazione».

Stessa decisione anche per il consigliere regionale Riccardo Lanzo. «Sono stato giovedì in riunione diverse ore con il Presidente – spiega – Stavano studiando  le misure emergenziali per l’aiuto alle famiglie e all’economia piemontese. Sono in attesa delle informazione da parte dell’autorità sanitaria, per sapere se devo fare o meno il tampone, ad ogni modo il mio è un gesto di responsabilità e invito tutti quanti a seguire in maniera scrupolosa le prescrizioni impartite dal decreto».

«Sto benissimo – precisa – ma  ovviamente a scopo precauzionale rimango a casa. Sarebbe da irresponsabili uscire in questo momento».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Daniela Fornara

Daniela Fornara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni