Piazza Martiri, l’ex sindaco Ballarè favorevole al progetto dei Lions

«Questa dei Lions di Novara mi sembra una proposta da tenere in grande considerazione. Le città sono piene di sottopassi che salvaguardano i centri storici. Se si avesse una visione moderna e si pensasse non solo alle prossime elezioni ma a quella che sarà la città tra vent’anni questa idea sarebbe da realizzare. Ma ci vuole coraggio e disinteresse per l’immediato consenso». Lo ha scritto in un post su Facebook l’ex sindaco di Novara, Andrea Ballarè, a sostegno del progetto che i Lions cittadini hanno presentato lunedì in Comune sulla pedonalizzazione di piazza Martiri. Un’iniziativa che questa settimana ha suscitato molte dibattito e che ha riacceso l’attenzione su un tema di fondamentale importanza per la città.

 

 

Il progetto, nel suo insieme, prevede, oltre all’area pedonale, fontane, aiuole, dehors e un sottopasso per il transito delle auto. Ed è questo l’aspetto che ha fatto più discutere. Ma secondo l’ex primo cittadino l’idea è sana e positiva: «La piazza può anche essere pedonalizzata, ma se continua a transitare il traffico allora è inutile. L’idea del sottopasso, invece, mi pare percorribile: è stato fatto un tunnel sotto la Manica, perchè non si può fare a Novara? Questa è un’idea che durante la mia amministrazione non è mai stata affrontata perchè non c’erano risorse sufficienti per un progetto del genere».

Secondo Ballarè, però, l’attuale sindaco dovrebbe dichiarare la propria posizione: «Non si può parlare di un’opera del genere quando ci sarà il parcheggio sotterraneo, bisogna farlo prima: Canelli ha paura della reazione dei commercianti che non vogliono sentir parlare di piazza Martiri. Invece questo è un progetto che vale la pena approfondire».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

0 risposte

  1. L’ex Sindaco Ballarè ha certo diritto a valutare un progetto tecnico, ,ma lasci ai tecnici una più confacente valutazione dell’impatto che un progetto del genere provoca. Se la Piazza Martiri avesse una superficie almeno doppia allora lo stravolgente impatto di una galleria sarebbe certo mitigato.
    Ma quel gioiello di Piazza Martiri sarebbe stravolto da una soluzione quale ipotizzata dai Lions, soluzione certamente più devastante di quella attuale. Si cerca cioè una soluzione che consenta alla circolazione automobilistica di continuare come ora a penalizzare la mobilità novarese. Se non si ha il coraggio di provvedimenti che limitano il traffico privato a favore del mezzo pubblico, tanto vale lasciare le cose come sono, con una continua e deprimente aumento della situazione ambientale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: