Persone senza fissa dimora: entro il mese pronti nuovi quindici posti letto

A fronte dei 75 individui che occupano il dormitorio adibito presso l'ex Tav è stata nuovamente individuata come idonea la sede dell'ex CdQ Sant'Agabio di via Falcone, la cui gestione sarà affidata alla cooperativa il Bucaneve e il Gipeto

Emergenza freddo, entro la fine del mese di novembre verrà aperto un nuovo spazio temporaneamente adibito a dormitorio per persone senza fissa dimora.


«Il dormitorio allestito presso l’ex Tav risulta oggi occupato da 75 persone – ha spiegato l’assessore alle Politiche sociali Luca Piantanida – Si rende necessario dunque preparare un altro spazio affinché le persone che non hanno fissa dimora possano trascorrere la notte al caldo. I nostri uffici hanno effettuato alcuni sopralluoghi ed è risultato idoneo, anche per quest’anno, lo spazio dell’ex sede di quartiere di Sant’Agabio, in via Falcone dove ricaveremo quindici posti». Entro pochi giorni e comunque prima dell’inizio del mese di dicembre gli ambienti e le stanze saranno disponibili per accogliere le persone in difficoltà.


«Il dormitorio temporaneo verrà gestito dalla cooperativa Il Bucaneve e Il Gipeto per la parte di pulizie e organizzazione – ha proseguito Piantanida – Ma sarà fondamentale anche l’apporto delle associazioni di volontariato che tanto si prodigano per la nostra comunità, specialmente nei momenti più duri e difficili e che anche in questa occasione presteranno servizio per gestire la struttura di via Falcone. Un ringraziamento particolare va dunque alla Comunità di Sant’Egidio, alla Protezione civile e alla Croce Rossa Comitato di Novara. E fine a Decathlon che ci fornirà i sacchi a pelo per allestire le postazioni letto degli ospiti».

I locali di Sant’Agabio comprendono l’ingresso con possibilità di deposito di effetti personali, una piccola stanza per la guardiania, un salone per gli ospiti e i bagni. I locali rimarranno aperti 7 giorni su 7 fino al 28 febbraio, «ma se le condizioni climatiche lo richiedessero – ha concluso Piantanida – il servizio proseguirà anche nel mese di marzo».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni