Paola Malavasi è morta per asfissia. La conferma dall’autopsia

Paola Malavasi è morta per asfissia. L’esame autoptico, eseguito questa mattina all’Istituto di Medicina legale di Novara avrebbe confermato la causa della morte della morte della donna di 57 anni, uccisa domenica pomeriggio nella villetta di via XX Settembre a Fara Novarese da Sergio Guerzoni, 63 anni, l’uomo con il quale aveva avuto una relazione che si era conclusa da poco.

L’uomo, subito dopo, aveva raggiunto a piedi la caserma dei carabinieri del paese e si era costituito. Un’ampia confessione confermata poi domenica sera nella caserma del comando provinciale dell’Arma di Novara nel corso dell’interrogatorio, durato un paio d’ore, alla presenza del pubblico ministero e del suo legale, avvocato Massimo Zanari.

Tra i due sarebbe nata una discussione durante la quale l’uomo l’ha strangolata. Una versione, quella resa da Guerzoni, ribadita anche davanti al gip nell’udienza di convalida del fermo. Al momento non è ancora stata fissata la data del funerale.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni