Oleggio, rapina con un coltello negozio cinese: condannato a 2 anni e 4 mesi

Dopo un giro fra gli scaffali si dirige alla cassa e minaccia una commessa armato di coltello: «Dammi i soldi», le dice per poi scappare con 400 euro in contanti. E’ stato identificato il presunto autore della rapina avvenuta lo scorso 29 marzo all’«Abc del risparmio» di via per Gallarate a Oleggio. Si tratta di un ventunenne residente poco distante a Bellinzago Novarese. E’ stato processato con rito abbreviato per rapina aggravata e porto ingiustificato di arma bianca, un coltello da cucina con una lama affilata e appuntita, e condannato alla pena di 2 anni e 4 mesi di reclusione e 600 euro di multa

I carabinieri di Oleggio non hanno impiegato molto a chiudere il cerchio attorno al responsabile. Alcuni testimoni presenti all’interno dell’esercizio commerciale, gestito da cittadini di origine cinese, hanno descritto un giovane con felpa e giubbotto, scarpe verdi, scappato su una mountain bike di colore grigio, immortalata da uno dei clienti con una foto fatta al cellulare. Nelle immagini i militari hanno poi riconosciuto l’imputato, già controllato in passato proprio in sella a quella bicicletta. Il giovane si era disfatto del coltello buttandolo nei boschi del Ticino. Il giorno dei fatti era entrato all’«Abc del risparmio» come un qualsiasi cliente. A un certo punto, aspettando probabilmente che non ci fosse nessuno nella zona dei pagamenti, si era diretto verso la cassiera e l’aveva minacciata con un coltello. Aveva preso i contanti in cassa ed era scappato. Nel momento in cui è stato raggiunto dai carabinieri, che gli hanno contestato il «colpo», ha ammesso gli addebiti.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL