Oggi 193 ricoverati nel Novarese. Al Maggiore un nuovo reparto Covid

Situazione sempre più pesante sugli ospedali novaresi con un totale di 193 ricoverati, il 7,2% in più di ieri. E oggi al Maggiore di Novara è stato aperto un secondo reparto dedicato ai pazienti Covid, al secondo piano del padiglione C, dopo quello aperto lo scorso mercoledì al padiglione A: ora sono quattro, compreso Galliate, i reparti Covid.

È la conseguenza del forte aumento di pazienti, oggi 108 (livello di inizio gennaio), cioè il 2,9% in più di ieri e il 52,1% in più di sette giorni fa. Al Maggiore le terapie intensive occupate sono salite a 14 (+1) e 11 le subintensive. 13 i nuovi ricoveri odierni, dopo i 15 di ieri. Un solo decesso: un uomo del 1939.

All’ospedale di Borgomanero un balzo di ricoverati ben più alto: 85 (+13,3% su ieri) con 14 persone in terapia intensiva (+2 su ieri) in virtù di 15 nuovi ricoveri odierni, dopo i 12 di ieri.  Nessun decesso oggi dopo i due di ieri. La situazione rispecchia la forte crescita dei casi di persone attualmente positive nell’area del Borgomanerese e Aronese.

Tra i due ospedali novaresi il totale di 193 ricoverati (+13 su ieri) è il 52% dei ricoverati in più di una settimana prima e comprende 28 terapie intensive (+3 su ieri). In tutto oggi 28 nuovi pazienti ricoverati, dopo i 27 di ieri.

IN PIEMONTE

Forte pressione anche sul resto degli ospedali piemontesi che oggi contano un totale di 3.468 pazienti malati di Covid, di cui 3.169 (+99 su ieri) in area non critica e 299 (+23 su ieri) in terapia intensiva. Sia il tasso di occupazione dei posti letto per i ricoverati in area non critica (54,4%,  valore inferiore solo a quello delle Marche) che quello delle terapie intensive (47,6%) è ampiamente superiore ai livelli di soglia critica (rispettivamente 40 e 30%)

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: