Nuovo ospedale, passo avanti con l’approvazione in Conferenza Stato Regioni

Oggi pomeriggio la seduta ha approvato il nuovo piano finanziario. L'assessore regionale Icardi; «Passaggio tecnico molto importante». Il consigliere Rossi: «Risultato anche grazie a collaborazione tra maggioranza e opposizione»

Passo in avanti per l’iter di realizzazione del nuovo ospedale di Novara. Dopo l’approvazione della scorsa settimana in consiglio regionale (leggi qui), oggi, 12 ottobre, la Conferenza Stato Regioni ha ratificato il nuovo piano finanziario. Ora si potrà procedere con la sottoscrizione del Protocollo d’intesa e l’Accordo di programma tra la Regione e il Governo per l’accesso ai fondi stanziati dallo Stato, in modo da consentire all’Azienda ospedaliera di proseguire con l’iter di appalto dell’opera.

«E’ un passaggio tecnico molto importante che consente di rifinanziare il progetto secondo le necessità individuate dalla Regione – commenta l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Icardi -. Parliamo di un costo totale di 420 milioni per la realizzazione degli edifici e la bonifica dell’area, con un intervento dello Stato di 190 milioni, della Regione Piemonte di 10 milioni e dei privati di 220 milioni. Per la parte delle tecnologie, il contributo dello Stato è di 32 milioni e quello della Regione di 1,6 milioni. Un risultato che si deve alla collaborazione di tutti».

Soddisfazione viene espressa anche dal consigliere regionale del Pd e vicepresidente della commissione Sanità, Domenico Rossi: «L’approvazione di oggi non era scontata e arriva anche grazie alla collaborazione trasversale tra maggioranza e opposizione che si è verificata in consiglio regionale su quest’opera. Avevo chiesto all’assessore Icardi di fare il più in fretta possibile proprio per arrivare in tempo all’appuntamento di oggi e così è stato, anche grazie a una pronta risposta del governo uscente. Ora l’azienda ospedaliera è nelle condizioni di chiedere l’ammissione al nuovo finanziamento, grazie al quale si potrà poi procedere con la nuova gara. L’ospedale Maggiore è certamente pronta. Mi auguro che si formi al più presto il nuovo Governo così da procedere con l’ultimo miglio verso la Città della Salute e della Scienza di Novara che non ci possiamo più permettere di rimandare».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni