Cronaca

Novara “in sella”, il sindaco: «Ci stiamo muovendo su vari progetti»

L’occasione per l’annuncio è stata la presentazione della campagna “Spesa quotidiana? Prima la bici” promossa da Fiab, Confesercenti e Cna per promuovere l’uso delle “due ruote” in città per la spesa nei mercati e nei negozi di prossimità per “riscoprire il commercio di vicinato”

«Questa iniziativa (la presentazione della campagna di sensibilizzazione all’uso della bicicletta per fare la spesa nei mercati o nei negozi di vicinato, promossa da Fiab, Confesercenti e Cna, ndr) non deve essere vista come un’iniziativa fine a sé stessa ma con un obiettivo, quello di consolidare l’uso della bici non solo per fare la spesa ma anche per andare al lavoro o semplicemente per incontrarsi». E se il primo step è quello della sensibilizzazione, il secondo «è quello infrastrutturale».

 

 

Lo ha affermato il sindaco, Alessandro Canelli, che, a margine della presentazione della campagna, ha annunciato alcuni progetti e iniziative.

«Più stalli per le biciclette, anche nelle periferie perché la città non è solo il centro storico; sistemazione della ciclabilità, perché le piste ciclabili si possono realizzare utilizzando, laddove è possibile, la segnaletica orizzontale (nella sostanza corsie ciclabili sulla carreggiata, ndr)».

E intanto si lavora a vari progetti di più ampio respiro. «Abbiamo già iniziato ad immaginare, nell’ambito della riqualificazione dell’area della stazione,  la realizzazione di un ricovero al coperto per le bicilette mentre, nell’ambito della ciclabilità, alcuni interventi come la realizzazione di una pista ciclabile che colleghi il parco commerciale di Veveri con la ciclopedonale nell’area riqualificata (e recentemente inaugurata, ndr) delle ex Ferrovie Nord».

Ma al vaglio (sono in corso contatti) anche l’ipotesi di una pista ciclabile che colleghi il nuovo polo logistico di Trecate con Novara.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati