Morto l’alpinista novarese travolto da una valanga in Patagonia

Morto l’alpinista novarese travolto da una valanga in Patagonia. L’annuncio definitivo arriva da Carolina Codó, medica argentina che si occupa di coordinare il Centro dei soccorsi alpini di El Chaltén, Argentina. Il corpo dell’alpinista italiano è stato ritrovato sotto la parete del Cerro Torre a 3.128 metri. La conferma è arrivata dal drone.

Dopo 40 ore dall’ultimo contatto la sorella Lidia aveva pubblicato su Facebook una nota: «Non riesco a crederci. Hai portato via una parte di tutti noi. Tua Figlia, i tuoi nipoti: per loro eri e sei lo Spiderman sul ghiaccio. Sarà dura mandare giù tutto questo buio che hai creato». 

Corrado Pesce, Korra per gli amici, 41 anni, originario di Novara ma residente da alcuni anni a Chamonix, guida alpina, è stato travolto da un valanga durante un’escursione con il compagno di cordata Tomás Aguil, salvato da un elicottero dell’esercito nella notte tra sabato e domenica.

Leggi anche

Alpinista novarese disperso sulle montagne della Patagonia

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL