L’avvocato Brustia nuovo presidente della Camera Penale di Novara

«Per me è un grandissimo onore e una grande responsabilità ricoprire una carica che in passato è stata di illustri colleghi del Foro, tra cui il mio maestro, Gianni Correnti». Così l’avvocato Alessandro Brustia, eletto presidente della Camera Penale di Novara per il biennio 2020-2022 lo scorso venerdì.

 

 

«Sono tempi difficili – aggiunge – Per il Tribunale di Novara, che già prima era in una situazione di scoperto di organico, ora, post Covid,  la situazione non potrà che peggiorare, ci vuole lo sforzo di tutti, noi penalisti, Tribunale e personale per cercare di riportare la situazione alla normalità. Poi la situazione è particolare e difficile a livello nazionale;  tutta una legislazione contro la quale noi ci battiamo, leggi prescrizione, leggi riforma del processo, oltre alla nostra storica battaglia per la separazione delle carriere. Battaglie che non sono affatto finite e non sono perse; anzi: continuiamo a portarle avanti con tanto vigore e tanta determinazione».

Alessandro Brustia succede all’avvocato Roberto Rognoni, che ha retto la presidenza per due mandati. Vice presidente è stato eletto l’avvocato Giulia Ruggerone, che nei precedenti due mandati aveva ricoperto la carica di tesoriere.

Riconfermate l’avvocato Lorena Fornarelli, segretario, e la dottoressa Maria Maddalena Napoletano, consigliere. Riconferma alla carica di consigliere anche per l’avvocato Fabio Fazio.

Due invece le new entry: gli avvocati Giovanni Porzio, cui va la carica di tesoriere e Teresa Luana Nigito, consigliere.

La Camera Penale di Novara, nata nel1985, ha visto susseguirsi alla presidenza l’avvocato Giulio Cesare Allegra,  poi i compianti avvocati Gianni Correnti e Ottavio Scifo, l’avvocato Renzo Inghilleri, quindi Fabrizio Cardinali e, dal 2016 al 2020, l’avvocato Rognoni.

 

 

 

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sezioni