La Polizia sequestra 14 chili di stupefacente. La vendita avrebbe fruttato agli spacciatori 100 mila euro

Tre i giovani arrestati, uno ai domiciliari, gli altri due con obbligo di firma

La Polizia sequestra 14 chili di stupefacente. La vendita avrebbe fruttato agli spacciatori 100 mila euro. L’attività di indagine ha avuto origine da numerose segnalazioni dei cittadini che avevano notato la presenza di soggetti dediti al consumo in diverse zone della città.

In particolare la Squadra Mobile ha svolto una serie di specifici servizi che hanno permesso, nel mese di ottobre, di arrestare tre soggetti, tutti residenti a Novara e con precedenti specifici, trovati in possesso di marijuana e hashish, per un totale di 14 chili di stupefacente che avrebbe garantito agli spacciatori un guadagno di 100 mila euro.

Il 5 ottobre è stato arrestato un cittadino italiano C.R. di anni 21, in possesso di un chilo di marijuana; il 16 ottobre un cittadino albanese B.F. di anni 20, trovato in possesso di un chilo e 400 grammi di marijuana oltre a 300 grammi di hashish e nella giornata del 30 ottobre un ragazzo italiano R.P. di anni 31 in possesso di 10 chili di marijuana.   

In sede di udienza di convalida, ai primi due giovani è stata applicata la misura cautelare dell’obbligo di firma, mentre a R.P. la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni