La direttrice dell’Asl: «1500 email al giorno, non riusciamo a rispondere a tutte»

In prima linea per la gestione dell’emergenza sanitaria dallo scorso mese di marzo, la direttrice generale dellAsl, la dottoressa Arabella Fontana, ospite della diretta Facebook del sindaco Canelli, si è scusata pubblicamente per i numerosi ritardi causati dal sovraccarico di lavoro. Numerose sono, infatti, le persone che in questi ultimi giorni attendono risposte sugli esiti dei propri tamponi e sulla gestione della quarantena.

«Il nostro sistema è sotto pressione – ha detto Fontana – dalle 200/300 email che il Sisp riceveva nelle scorse settimane, si è arrivati a 1500. Abbiamo cercato di sopperire aumentando il personale anche con medici giovani che stanno facendo formazione, ma le email sono talmente tante che non riusciamo a rispondere a tutte in breve tempo. Di questo non andiamo fieri e ci spiace molto, ma cerchiamo di fare di tutto per dare seguito a ogni richiesta. Inoltre, in conseguenza all’enorme mole di lavoro sull’analisi dei tamponi, abbiamo chiesto la collaborazione di un laboratorio esterno che però non ci ha ancora inviato i risultati dei 600 test eseguiti dal 22 al 24 ottobre. Siamo consapevoli che quando si è in attesa di una risposta si è in ansia, ma purtroppo questo disguido non è causa della nostra volontà».

 

 

Sempre in tema di tamponi Fontana ha spiegato che «dove sarà possibile, utilizzeremo i test rapidi che velocizzano il lavoro e abbiamo fatto in modo che sia i medici di base che i pediatri possano richiedere direttamente l’esecuzione del tampone senza dover passare dal Sisp. Inoltre stiamo lavorando con i dirigenti scolastici per rendere più tempestiche le verifiche all’interno degli istituti e agevolare la quarantena di dieci giorni con un test rapido il decimo giorno».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: