Il prolungamento della tangenziale di Novara prende forma: in costruzione gli ultimi 4 viadotti

Entro metà aprile è prevista l’esecuzione delle prove di carico del viadotto Regina Elena che scavalca la statale 32

Il prolungamento della tangenziale di Novara prende forma: in costruzione gli ultimi 4 viadotti. Nel mese di novembre del 2019 Anas (Gruppo FS Italiane) ha consegnato al raggruppamento temporaneo di imprese Consorzio Stabile Edilmaco – Giugliano Costruzioni Metalliche i lavori per il prolungamento verso ovest della tangenziale di Novara che attualmente si interrompe sulla statale 32 con lo svincolo a sud dell’abitato di Cameri. Il nuovo tracciato consentirà di collegare la tangenziale esistente con la viabilità locale tramite l’interconnessione tra la 32 e la ex provinciale 299 attraversando i territori dei comuni di Novara, Cameri e San Pietro Mosezzo.

L’importo complessivo per i lavori ammonta a 89,7 milioni di euro.

«Il progetto di intervento prevede la costruzione di un tracciato che si sviluppa complessivamente per circa 5,1 chilometri – dicno da Anas -. La piattaforma stradale è larga 22 metri, con due corsie da 3,75 metri per senso di marcia, una banchina in destra di 1,75 metri e in sinistra di 50 centimetri e uno spartitraffico centrale di 2,50 metri. Lungo il nuovo asse è inoltre prevista la realizzazione di cinque viadotti e tre nuovi svincoli di collegamento con la statale 32 e le ex provinciali 229 e 299. A luglio dello scorso anno è stato completato il varo della carpenteria metallica del viadotto Regina Elena, scavalcando la statale 32: l’infrastruttura, lunga complessivamente 89 metri, è costituita da due campate che poggiano sulle spalle e su una pila centrale a un’altezza di 6 metri dal suolo. A seguire è stata realizzata la soletta e sono stati eseguiti i lavori complementari che consistono nell’impermeabilizzazione dell’impalcato, nella stesa di parte della pavimentazione oltre alla predisposizione del sistema di scolo delle acque e ai rilevati delle rampe di accesso. Entro metà aprile è prevista l’esecuzione delle prove di carico».

I lavori stanno procedendo anche lungo l’asse principale e in corrispondenza delle rampe di svincolo; è stata, inoltre, completata la costruzione di 21 sottopassi e tombini e sono in corso le relative sistemazioni idrauliche e le impermeabilizzazioni.

«Procede come da cronoprogramma la costruzione degli altri quattro viadotti tramite la realizzazione delle fondazioni ed elevazione delle strutture armate – aggiungono da Anas -. Le lavorazioni sulle quattro infrastrutture procedono in maniera concomitante e si possono notare avanzamenti diversi a seconda delle caratteristiche di ciascuna opera. Per il viadotto sul torrente Terdoppio, un’infrastruttura lunga 459 metri per un totale di 8 campate, sono recentemente state varate le travi metalliche. Sono in corso, infine, i lavori di posa delle barriere laterali della rotatoria all’altezza dell’area industriale di Nibbia.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni