Il Piemonte resta in zona gialla. Al Maggiore meno di 100 ricoveri per Covid

Il Piemonte resta in zona gialla. La conferma arriva direttamente da Roma: «Ho appena parlato con il ministro Speranza – dichiara il governatore Cirio – il Piemonte da lunedì 11 gennaio continuerà a essere in zona gialla, almeno fino a sabato 16. I dati dell’ultimo report arrivato nel pomeriggio dal Ministero della Salute e dall’Istituto superiore di sanità validano la decisione. Pur avendo un Rt sotto l’1 che ci permette di restare in zona gialla, è comunque fondamentale non abbassare il livello di attenzione, perché i dati confermano una circolazione del virus alta in Italia, con valori che in tutte le regioni vanno verso l’arancione. Se oggi il Piemonte ha una situazione epidemiologica migliore di altre regioni è perché raccogliamo i frutti dei sacrifici fatti finora che è fondamentale non vanificare».

All’ospedale Maggiore oggi sono stati registrati meno di 100 ricoveri di pazineti Covid; una situazione che non si verificava dal 28 ottobre. Dodici pazienti sono in terapia intensiva, 20 in subintensiva, 21 a Galliate, 12 in malattie infettive, 34 nei reparti Covid. Due, però, i decessi: due uomini del 1941 e del 1935.

A Borgomanero, invece, i ricoverati sono 25: 4 in medicina Covid, 10 in sub intensiva, 8 in terapia intensiva e 2 in altri reparti.

Oggi in tutto il Piemonte sono state vaccinate 4.765 persone. Dall’inizio della campagna sono state iniettate 35.999 dosi pari al 43,5% delle 82.810 finora consegnate.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni