Il Consorzio Gorgonzola al fianco degli allevatori sardi colpiti dagli incendi

Il Consorzio Gorgonzola interviene a sostegno delle aziende zootecniche sarde gravemente colpite dai recenti incendi che hanno distrutto 20mila ettari di terreno e ucciso migliaia di animali producendo danni enormi alla biodiversità della regione.

Il contributo del Consorzio, insieme a quello di altri importanti consorzi caseari italiani, alimenterà il Fondo di solidarietà̀ permanente istituito dal Consorzio di tutela del Pecorino Romano che sarà utilizzato anche in futuro per garantire un sostegno costante agli allevatori che dovessero essere colpiti da altre catastrofi naturali o situazioni di difficoltà. 

«Creare una rete solidale per far fronte ai momenti di crisi è vitale per sostenere la produzione casearia italiana DOP che ha le sue radici nel delicato ecosistema ambientale, fatto di bestiame e foraggi, da cui nasce la nostra meravigliosa materia prima, il latte – dichiara Antonio Auricchio, Presidente del Consorzio Gorgonzola e Presidente AFIDOP (Associazione Formaggi Italiani DOP) -. Siamo assolutamente complementari al mondo degli allevatori e abbiamo sentito quindi il dovere di intervenire a loro sostegno dopo che centinaia di famiglie sono state così duramente colpite. Non potevamo certo restare a guardare e non lo faremo neanche in futuro. Questo è lo spirito che anima il nostro modo di fare impresa a tutela delle indicazioni geografiche, che sono parte della grande famiglia delle eccellenze casearie italiane, e dei loro territori».


 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni