Goletta dei laghi: Orta e Maggiore contaminati in 10 punti su 13 controllati

Riscontrati parametri elevati di enterococchi intestinali ed escherichia coli

Goletta dei laghi: Orta e Maggiore contaminati in 10 punti su 13 controllati. È quanto emerge dai campionamenti effettuati tra il 21 e il 24 giugno nella campagna di Legambiente in collaborazione con Arpa.

«Per il lago d’Orta i nuovi campionamenti di quest’anno hanno permesso di rilevare diverse criticità, quattro punti su cinque, tutti nuovi, risultano infatti “fortemente inquinato” – spiegano da Goletta dei laghi – La foce del torrente Lagna via lungolago Pella, a San Maurizio d’Opaglio in località Scarpia, la foce del torrente Pellino – via al Bianco, nel comune di Pella, la foce Fiumetta, nel comune di Omegna, località Bagnella, e la foce del torrente Pescone, a Pettenasco. Entro i limiti il campione presso lo sfioratore presso il lungolago Beltrami 31, a San Maurizio d’Opaglio, località Pascolo».

Non va molto meglio sul lago Maggiore, dove «i campionamenti e le analisi hanno confermato situazioni critiche rilevate anche lo scorso anno, come lo sfioratore di Largo Marconi a Stresa, la foce del torrente Vevera e il punto presso Largo caduti di Nassirya (sbocco rio S.Luigi) presso Arona. Queste ultime due sono situazioni storicamente critiche alle nostre analisi».

La mappa dei campionamenti tratta da golettaverde.legambiente.it

I parametri indagati sono microbiologici (Enterococchi intestinali, Escherichia coli) e vengono considerati come “inquinati” i campioni in cui almeno uno dei due parametri supera il valore limite previsto dalla normativa sulle acque di balneazione vigente in Italia (Dlgs 116/2008 e decreto attuativo del 30 marzo 2010) e “fortemente inquinati” quelli in cui i limiti vengono superati per più del doppio del valore normativo.

«È bene ricordare che il monitoraggio di Legambiente non vuole sostituirsi ai controlli ufficiali, ma punta a scovare le criticità ancora presenti nei sistemi depurativi per porre rimedio all’inquinamento dei nostri laghi – sottolineano da Goletta dei laghi – prendendo prevalentemente in considerazione i punti scelti in base al “maggior rischio” presunto di inquinamento, individuati dalle segnalazioni dei circoli di Legambiente e degli stessi cittadini attraverso il servizio SOS Goletta. Foci di fiumi e torrenti, scarichi e piccoli canali che spesso troviamo lungo le sponde dei nostri laghi, rappresentano i veicoli principali di contaminazione batterica dovuta alla insufficiente depurazione dei reflui urbani o agli scarichi illegali che, attraverso i corsi d’acqua, arrivano nei bacini lacustri».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Ferrara

Elena Ferrara

Nata a Novara, diplomata al liceo scientifico Antonelli, si è poi laureata in Scienze della Comunicazione multimediale all'Università degli studi di Torino. Iscritta all'albo dei giornalisti pubblicisti dal 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni