Dopo le risse il questore chiude il Gold di Galliate

Ad agosto era stato teatro anche di rapine e aggressioni, nell'episodio più grave un ragazzo è rimasto sfregiato e ha perso parte della vista da un occhio

Dopo le risse il questore chiude il Gold di Galliate. Il provvedimento «necessario a tutela anche dell’incolumità dei cittadini, con particolare riguardo ai minorenni, comporterà la chiusura del locale per 20 giorni», spiega una nota della Questura.

Il locale, situato in una location affacciata sul fiume Ticino, nel mese di agosto è stato «teatro di numerosi interventi delle Forze dell’Ordine per preoccupanti episodi, in cui sono stati coinvolti ragazzi di giovane età; resisi autori di vari reati tra cui risse, furti e rapine sfociate spesso in lesioni personali anche gravi – spiega la Questura – In particolare, un giovane albanese veniva aggredito all’interno del locale da più persone rimaste sconosciute che gli causavano contusioni all’emitorace per sette giorni di prognosi. I Carabinieri, in altra occasione intervenivano per una segnalazione di rissa posta in essere da ragazzi magrebini autori, altresì, della rapina di un telefono cellulare e di una collana nei confronti di un cliente che veniva medicato presso l’Ospedale di Novara per ferite lacero contuse del cuoio capelluto e trauma cranico giudicate guaribili in sette giorni. L’episodio più grave, avvenuto il 30 agosto – precisa la nota – riguarda l’aggressione ad un cittadino albanese che veniva malmenato brutalmente all’interno dell’esercizio riportando lesioni gravissime che lo costringevano al ricovero per la frattura della cavità orbitale dell’occhio destro; il giovane veniva sottoposto ad una delicata operazione chirurgica per la ricostruzione della palpebra che non riusciva però a risanare lo sfregio permanente del viso ed il recupero totale della vista. L’ultima denuncia, risale allo scorso 4 settembre allorquando un minorenne è stato percosso violentemente da un altro avventore che gli causava contusioni alle ossa del naso medicate e giudicate guaribili con una diagnosi di 5 giorni».

La proposta di sospensione della licenza è stata avanzata dai carabinieri di Galliate, l’istruttoria è stata affidata alla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura e al termine degli accertamenti il questore ha formato ieri – 9 settembre – il provvedimento di chiusura temporanea.

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *