Cooperativa Eurotrend, Del Vecchio (Fp Cgil): «Problemi non risolti ma tredicesime saldate»

Circa 120 operatori gestiscono l'assistenza scolastica per il comune di Novara. Il Pd ha presentato un'interrogazione. L'assessore all'Istruzione: «Non ci sono criticità»

Cooperativa Eurotrend, Cgil: «Problemi non risolti ma tredicesime saldate». Lo scorso 24 dicembre gli operatori della cooperativa – che per il comune di Novara gestisce i servizi educativi per alunni disabili – avevano annunciato uno sciopero dopo che i vertici aziendali avevano comunicato che le tredicesime non sarebbero state pagate. Prima della fine del 2021, però, lo stato di agitazione era rientrato e le tredicesime erano state versate per il 90%.

Una problematica che i consiglieri del Pd avevano già portato all’attenzione a dicembre con un’interrogazione che, però, è stata discussa solo nella seduta del 7 marzo. Nel testo il gruppo d’opposizione ha chiesto «se corrisponde al vero che il bilancio della Cooperativa Eurotrend è in rosso già dal 2019, anno di aggiudicazione dell’appalto da parte della stessa; quale controllo è stato fatto da parte del Comune rispetto alla tenuta economica del bilancio della Cooperativa; come si è inteso far fronte a questa situazione che va a colpire il personale dipendente impiegato nell’appalto dei servizi istruzione del comune di Novara e che potrebbe mettere in situazione di grave criticità un servizio delicato e indispensabile per garantire ai soggetti disabili pari opportunità».

A rispondere è stata l’assessore all’Istruzione Giulia Negri: «Non è pervenuto alcun segnale rispetto a conti in rosso – ha affermato -. La documentazione acquisita agli atti del Comune ha avuto pieno riscontro, confermando puntualmente la validità di quanto dichiarato durante la gara. Le fatture sono sempre state emesse e liquidate previa verifica del Durc (documento unico di regolarità contributiva) Le segnalazioni di eventuali criticità sono sempre state affrontate con i sindacati e i referenti della cooperativa».

Riguardo all’ultimo punto l’assessore ha spiegato che «nel tempo è circolata voce di una possibile fusione della cooperativa con un altro soggetto privato, pur senza alcun riscontro ufficiale. Da luglio di quest’anno l’appalto scadrà e questo rischio sembra non sussistere: è già stato depositato il nuovo capitolato di appalto per l’indizione della nuova procedura di gara».

«Perchè allora era stato annunciato uno stato di agitazione se invece è tutto a posto? – ha replicato la consigliera dem Milù Allegra, prima firmataria dell’interrogazione -. Solo oggi (7 marzo, ndr) è stato versato il restante 10% delle tredicesime. Per fare in modo che questo servizio possa proseguire, bisogna investire in liquidità».

Sull’argomento è intervenuto anche il segretario di Fp Cgil, Paolo Del Vecchio, che sta seguendo le operazioni: «Sembra che la crisi più grossa si stata superata, ma i problemi non risolti restano. La situazione è poco chiara dal punto di vista economico. La cooperativa, che a Novara occupa circa 120 dipendenti, aveva assicurato che il restante 10% delle tredicesime sarebbe stato pagato il 25 febbraio invece il 2 marzo i bonifici non erano ancora stati fatti. Abbiamo sollecitato il Comune che si è mosso e il 7 sono stati effettuati i pagamenti ma il Durc è risultato regolare dal 9: ciò significa che solo a quella data Eurotrend ha versato i contributi all’Inps. Il motivo per cui la cooperativa abbia impiegato tanto a saldare non lo conosciamo».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL