Casi Covid e contagiati, nel Novarese si consolida il calo

Si allontana il picco record di 10.245 persone contagiate, scende l'incidenza e si mostrano in calo anche gli ospedalizzati, più rapidamente che in Piemonte e in Italia. Pesano sempre i ricoveri di non vaccinati. Attualmente contagiati soprattutto nell'Ovest Ticino: a Bellinzago, Trecate, Galliate e Romentino attorno a 28 ogni mille abitanti. Record a Grignasco con oltre il 5% della popolazione

Nuovi casi Covid e persone attualmente contagiate in calo in Provincia di Novara con il picco ormai lontano una decina di giorni e il trend in discesa avviato prima che in Piemonte e in Italia. I valori restano comunque numeri da record: mercoledì 26 gennaio 951 nuovi casi e 8.874 persone che rimangono positive, anche grazie all’aumento di guariti (1.384 ieri), in media oltre mille al giorno nelle ultime due settimane.

In miglioramento anche i dati ospedalieri che, nel Novarese, indicano una stabilizzazione ma con andamento in lieve ribasso da diversi giorni rispetto al massimo di questa ondata, diversamente dai dati piemontesi e italiani dove il calo non è ancora consolidato.  Si contano due decessi.

L’INCIDENZA MOSTRA IL TREND IN CALO DEI CASI POSITIVI

Questo mercoledì il valore dell’incidenza (i casi positivi degli ultimi sette giorni su 100mila abitanti) nel Novarese è di 1.897, molto inferiore al dato piemontese (2.163) e pressoché uguale a quello nazionale (1.879). È in calo dal massimo di 2.206, raggiunto il 14 gennaio, giorno record anche in Piemonte (2.390) e in Italia (2.097).

NEGLI OSPEDALI MENO PAZIENTI COVID, PESANO SEMPRE I NON VACCINATI

Questo mercoledì sono 126 i pazienti con Covid ricoverati tra ospedale Maggiore di Novara (87) e SS. Trinità di Borgomanero (39), dieci in meno di martedì e comunque valore inferiore alla media degli ospedalizzati delle ultime tre settimane (superiore a 131). In calo anche le terapie intensive (9, di cui 5 al Maggiore) rispetto a una media di 10,9 nell’ultima settimana e 12,1 in quella precedente. Rimangono frequenti, invece, i decessi (in particolare di persone anziane): mercoledì 2 al Maggiore (1 nei due giorni precedenti) e nessuno al SS. Trinità (come nei tre giorni prima), contro una media rispettivamente di 1,4 e 1,9 nelle ultime settimane.

Si aggrava il peso dei non vaccinati sui ricoveri. L’ultimo dato diffuso dall’Ospedale Maggiore (14 gennaio) è di 42 non immunizzati su 89 ricoverati, mentre al SS. Trinità di Borgomanero nell’ultima settimana su 27 nuovi ricoverati in 15 sono non vaccinati. Dati che vanno considerati con il fatto che i non immunizzati sopra i 12 anni sono un decimo dei novaresi (10,5% secondo i dati Asl Novara del 13 gennaio).

SCENDONO ANCHE I CONTAGIATI, DOPO IL RECORD SOPRA 10MILA

Il calo della pressione del virus sul Novarese si evidenza in particolare con il numero degli attualmente positivi che questo mercoledì tocca il minimo dal 7 gennaio quando la crescita mostrava salti anche oltre il +20% in un giorno. Per tre giorni il dato dei contagiati novaresi è stato superiore alle diecimila persone, cioè il 2,8% dei novaresi, con il record a quota 10.245 domenica 16 gennaio.

Mercoledì 26 gli 8.874 novaresi contagiati, cioè 24,5 ogni mille abitanti, rappresentano un calo del 13% da allora ed anche il -10,9% da mercoledì scorso a conferma del trend che appare consolidato (come si nota chiaramente dai grafici).

Geograficamente il livello di contagi rimane maggiore nell’area settentrionale della Provincia (Comuni del distretto Nord dell’Asl No più i limitrofi novaresi ma di altre Asl) dove si contano 25 infetti ogni mille abitanti, rispetto all’area dei Distretto Asl No Sud più urbano (il capoluogo) dove il tasso su popolazione è 24,1.

Tra i centri maggiori con il più alto tasso di infetti ci sono Bellinzago (con 270 casi, 21 in più del 16 gennaio, cioè 28,51 ogni mille abitanti), Trecate (580 casi, tasso 28,45), Galliate (432, tasso 27,9), Romentino (153 casi, tasso 27,57), Oleggio (379 casi, tasso 26,75), Borgo Ticino (138 casi, tasso 26,54) e Cerano (165 casi, tasso 21,75) a conferma di una prevalenza del virus nella fascia dell’Ovest Ticino.

Novara mostra 2.168 attualmente positivi (21,72 ogni mille abitanti), dopo il record di 2.518 sempre il 16 gennaio.

Guardando a tutti i comuni del territorio il tasso massimo di contagiati è a Grignasco (5,05% della popolazione con 219 casi) seguito da Vinzaglio (4,49%), Miasino (4,39%), Pisano (4,26%), Biandrate (4,24%) e Vespolate (4,22%). Nessun comune è “free Covid” (l’ultima casellina con zero contagiati è di Vicolungo il 28 dicembre 2021 che ne conta 24 questo mercoledì 26 gennaio, quando i comuni con meno di 10 casi sono Mandello Vitta (2), Castellazzo Novarese (7), Cavaglietto (8) e Terdobbiate (9).

Di seguito il quadro degli attualmente positivi in tutti i Comuni nella Provincia: in prima colonna i casi di mercoledì 26 gennaio e in seconda colonna il relativo tasso su mille abitanti; in terza colonna i positivi a mercoledì 19 gennaio e, in quarta, quelli di domenica 16 gennaio.

26 gen19 gen16 gen
Agrate Conturbia2012,8122733
Ameno1921,4692527
Armeno7736,0828786
Arona33324,218353350
Barengo1216,1071518
Bellinzago N.27028,514230249
Biandrate5542,4065743
Boca2320,6283031
Bogogno2116,3302329
Bolzano N.3227,6104043
Borgo Ticino13826,544161173
Borgolavezzaro6332,0946355
Borgomanero44721,056526562
Briga N.5419,2996376
Briona1715,7123638
Caltignaga6927,6667895
Cameri23321,747253225
Carpignano Sesia4819,3635666
Casalbeltrame3636,5113839
Casaleggio N.1617,7193232
Casalino2617,2534042
Casalvolone2730,9993120
Castellazzo N.722,7271213
Castelletto Ticino20020,614246235
Cavaglietto820,7791012
Cavaglio d’Agogna2521,4412724
Cavallirio3224,5213436
Cerano16524,805181178
Colazza1325,3911613
Comignago3830,8693636
Cressa3823,5732122
Cureggio7127,3508587
Divignano3726,4853840
Dormelletto6826,9637072
Fara Novarese4120,5214949
Fontaneto d’Agogna7026,9236864
Galliate43227,907482494
Garbagna N.4330,4755556
Gargallo4324,6424947
Gattico-Veruno10219,771177187
Ghemme9728,5389992
Gozzano11020,340123126
Granozzo con Mont.4835,6615855
Grignasco21950,461181172
Invorio11727,2099191
Landiona1425,9261325
Lesa3917,9894458
Maggiora3320,5746164
Mandello Vitta29,13233
Marano Ticino3220,0253534
Massino Visconti2320,3723031
Meina4317,9176265
Mezzomerico3327,0713736
Miasino3543,9152826
Momo4819,9256675
Nebbiuno5530,5226567
Nibbiola2328,5362422
Novara2.16821,2722.4222.518
Oleggio37926,749446457
Oleggio Castello4721,8206059
Orta San Giulio3829,8513027
Paruzzaro6530,4885866
Pella2022,6243441
Pettenasco5440,9095856
Pisano3442,5532824
Pogno1410,1232529
Pombia6128,7195457
Prato Sesia5630,2057577
Recetto2425,8062922
Romagnano Sesia13335,391180171
Romentino15327,568199202
S. Maurizio d’Op.9531,667103118
S. Nazzaro Sesia1925,6412531
S. Pietro Mosezzo6835,3065848
Sillavengo1527,0761414
Sizzano1913,7382837
Soriso1622,2531613
Sozzago2926,7032233
Suno5921,77984108
Terdobbiate919,52387
Tornaco3337,5003026
Trecate58028,451650660
Vaprio d’Agogna2829,0763336
Varallo Pombia8517,558109127
Vespolate8542,18498100
Vicolungo2427,8101416
Vinzaglio2444,8603226

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Antonio Maio

Antonio Maio

Nato a Lecco il 26 febbraio 1957, vive a Novara dal 1966. È sposato e ha un figlio. Iscritto all'ordine dei giornalisti il 30 aprile 1986 ha svolto la professione quasi esclusivamente ai nove settimanali della Diocesi di Novara fino a diventarne direttore nel settembre 2005, carica mantenuta fino a tutto il 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL