Capodanno in giallo: mascherine anche all’aperto già dalla Vigilia

Oggi la Regione valuterà le restrizioni

Da lunedì 27 dicembre il Piemonte entrerà in zona gialla e la Regione sta valutando di adottare l’uso della mascherina anche all’aperto già da domani, la Vigilia di Natale.

La decisione è stata prese alla luce della situazione epidemiologica attuale che vede oltre all’incidenza in crescita, il superamento della soglia del 10% per le terapie intensive e a breve anche di quella del 15% per i posti letto ordinari. Oggi il presidente della Regione Alberto Cirio incontrerà gli enti locali e le Prefetture per valutare la possibilità di anticipare l’uso della mascherina all’aperto, con una ordinanza regionale, già a partire da venerdì 24 dicembre.

«L’80% dei ricoverati nelle nostre terapie intensive riguarda persone non vaccinate e questo, oltre a essere un pericolo per loro stesse, rappresenta un pericolo anche per la collettività, perché priva il sistema di posti letto necessari alla cura di altre patologie e mette a repentaglio il proseguimento di quella quotidianità e socialità che così faticosamente abbiamo riconquistato. Per questo vaccinarsi è fondamentale ora più che mai» sottolineano il presidente Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi.

Leggi anche

cosa-cambia-in-zona-gialla-regole-stringenti-per-i-non-vaccinati

Zanetta, Federalberghi: «Tampone al mattino per il pranzo di Natale? Ridicolo»

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni