Biella, il questore Triolo si toglie la vita nel suo ufficio

È successo questa mattina. Per compiere l'estremo gesto avrebbe usato la pistola d'ordinanza

Il questore di Biella, Gianni Triolo, 60 anni, si è tolto la vita questa mattina nella sala riunioni della questura. Per compiere l’estremo gesto avrebbe usato la pistola d’ordinanza. A trovarlo morto è stata la signora delle pulizie che ha subito dato l’allarme. Secondo le prime informazioni, il questore avrebbe lasciato un biglietto di addio, ma sul contenuto c’è il massimo riserbo.

Scrive sui social il sindaco, Claudio Corradino: «La Città di Biella è in lutto. Siamo tutti profondamente scossi e addolorati per la notizia che ci ha raggiunto stamane. Il questore Gianni Triolo era entrato in punta dei piedi nella nostra comunità, ma in poco tempo aveva saputo guadagnarsi il rispetto e la stima di tutti.Ho visto il questore ieri, al Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico e non riesco a credere a ciò che è accaduto. Ci siamo scambiati gli auguri, era una persona piacevolissima, con la quale abbiamo sempre collaborato con profitto. Anche da figlio di poliziotto sono particolarmente toccato da questa notizia tremenda».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Cecilia Colli

Cecilia Colli

Novarese, giornalista professionista, ha lavorato per settimanali e tv. A La Voce di Novara ha il ruolo di caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni