Cerano, dopo il tweet Milan-Napoli del vicesindaco il primo cittadino annuncia provvedimenti

“Altro che la mano de dios, questa è la mano della camorra! #MilanNapoli #Massa #schifo”. Lo ha rimosso poco dopo, ma non in tempo per evitare lo scatenarsi della bufera che è diventata presto politica. Quello fra virgolette è il tweet del vicesindaco Alessandro Albanese, evidentemente tifoso del Milan, scritto al termine della partita con il Napoli domenica 19 dicembre quando al 90esimo è stato annullato un gol per fuorigioco ai rossoneri.

Il tweet ha fatto il giro immediatamente e a nulla sono valsi altri due messaggi, sempre web, sempre del vice, per chiedere scusa. Tanto che l’amministrazione, nella figura del sindaco Andrea Volpi, si è anche espressa con un comunicato:  “In merito alle dichiarazioni pubblicate su Twitter dal vicesindaco Albanese, relative alla partita Milan-Napoli, comunichiamo che l’Amministrazione comunale si dissocia totalmente da una posizione espressa a titolo personale e non in rappresentanza della carica ricoperta. Il sindaco si scusa, in ogni caso, a nome dell’amministrazione con tutte le persone che si sono sentite ingiustamente colpite e messe a disagio dal tweet di Albanese. Stiamo affrontando la questione e, nelle prossime ore, prenderemo i dovuti provvedimenti in merito a questo spiacevole episodio, che colpisce negativamente anche l’Amministrazione”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni