Cameri: prosegue la raccolta comunitaria per il popolo ucraino

La raccolta continua mercoledì e sabato presso il magazzino comunale

Sono giornate di grandi gesti di generosità quelli che si vivono fra le vie di Cameri. Le raccolte organizzate dall’amministrazione e dai numerosi volontari e associazioni, in favore dei numerosi profughi di guerra, stanno registrando un’affluenza incoraggiante.

«La settimana scorsa sono partiti i primi aiuti per l’Ucraina, medicinali, vestiario e generi alimentari, grazie alla generosità di tanti cittadini cameresi e non solo, aiuti raccolti presso il magazzino comunale – dichiara soddisfatto il sindaco Giuliano Pacileo. Il trasporto è stato effettuato giovedì 17 marzo grazie alla protezione civile AIB che ha messo a disposizione tre mezzi, partiti alla volta di Borgomanero, dove vi è un grosso magazzino di raccolta in cui il materiale viene smistato e sistemato per essere poi spedito via camion verso l’Ucraina. Il materiale raccolto, oltre che essere spedito in Ucraina, viene utilizzato anche per sostenere i cittadini ucraini presenti sul nostro territorio che oggi sono trenta, in parte ospitati da parenti ed in parte da famiglie cameresi che hanno messo a disposizione un alloggio e che ringraziamo per la solidarietà dimostrata».

«Ricordiamo – conclude Pacileo – che la raccolta prosegue nelle giornate di mercoledì dalle 18 alle 20 e di sabato dalle 10 alle 12 sempre presso il magazzino comunale di strada in Valle n.2, grazie al costante e prezioso aiuto dei volontari che ringraziamo infinitamente. È possibile inoltre sostenere l’iniziativa “Cameri aiutare Ucraina” anche mediante donazione al seguente Iban: IT 83 G 05034 45250 0000000 89010 intestato al Comune di Cameri, indicando nella causale “Emergenza Ucraina”, risorse che verranno utilizzate per acquistare medicinali, beni di prima necessità e per fronteggiare le esigenze collegate all’accoglienza del popolo ucraino».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL