Cameri: la minoranza “accusa” il sindaco di esibizionismo. Pacileo: «Caduta di stile e mancanza di rispetto»

La polemica è nata nel corso del Consiglio comunale del 21 dicembre

Botta e risposta durante il consiglio comunale di Cameri lo scorso 21 dicembre tra il sindaco Giuliano Pacileo e la minoranza.

Lo sfogo del primo cittadino sui social. «La minoranza – nella fattispecie la consigliera Spateri – nella seduta del consiglio comunale, ci dice che il sindaco è intento, con la fascia, a farsi fotografare all’inaugurazione delle panchine – scrive Pacileo in un lungo post -. Il tono sprezzante, critico, come se ci fosse da giustificare che il primo cittadino sia presente per dare importanza alle attività delle associazioni locali. E quando le abbiamo spiegato che è giusto e doveroso essere presenti, rispondendo spesso agli inviti ricevuti, anche sacrificando il proprio tempo libero, il consigliere Gatti ci ha risposto che è pagato per essere presente».

«Siamo molto dispiaciuti per questa caduta di stile – ha concluso il sindaco – che manca di rispetto alla persona, al ruolo, all’istituzione rappresentata, ma anche a chi riqualifica un bene comunale e lo dedica ad un’associazione, una persona cara o un ideale. Continueremo ad essere presenti sul territorio, in mezzo ai cameresi, cercando di valorizzare ogni sforzo per rendere Cameri più bella, più unita, più giusta».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni