Cameri, in biblioteca lo spettacolo”Migranti” di Carla de Chiara

Giovedì 13 aprile in Biblioteca civica le arti della scrittura e del teatro si uniranno per raccontare un tema di tragica attualità

“Immigrato”, “extracomunitario”, “clandestino”: sono alcune delle parole sulle quali rifletteremo giovedì 13 aprile alle ore 21 a Cameri in Biblioteca civica attraverso lo spettacolo “Migranti” di Carla de Chiara, lettura scenica che chiude la rassegna “Libri&Teatro” organizzata dall’Assessorato alla Cultura e dalla Commissione Biblioteca. Fra le opere che Carla de Chiara porterà in scena, con sue riduzioni e adattamenti, ci saranno la poesia “Mare nostro” di Erri De Luca, “Il racconto di Anila” tratto dal romanzo “Le stelle di Lampedusa” di Pietro Bartolo, e il brano “Il futuro dei miei” di Alessandro Ghebreigziabiher.

La rassegna “Libri&Teatro” ha portato in scena in Biblioteca, nelle scorse settimane e attraverso la “voce narrante” di Carla de Chiara, gli spettacoli “Il Parnaso ambulante” (dall’opera omonima di Christopher Morley), “Alberi: gli antichi notai” (con brani da Jean Giono a Franco Arminio a O. Henry) e “Donne resistenti” (con “La mia lettera a uno sconosciuto” di Laura Cleri, “Ciò che indossavo” di Mary Simmerling e “Se la donna sale sul ring: altro che mimosa” di Stefano Massini). «Libri&Teatro ha riscosso il successo del pubblico, che ogni sera ha riempito i posti della Sala lettura», ha commentato l’assessore alla cultura Pierangelo Toscani. «La Biblioteca aveva già ospitato spettacoli teatrali ma mai letture sceniche; siamo molto felici di aver creduto nel progetto di Carla de Chiara e di aver proposto ai Cameresi una novità a livello culturale e artistico che è stata così ben apprezzata».

Carla de Chiara inizia a recitare a poco più di 20 anni con le commedie di E. De Filippo. Trasferitasi in Veneto entra nella compagnia teatrale “La Formica” dove rimane per 7 anni, tra teatro classico (da Goldoni a Molière ad autori russi) e contemporanei con la regia di Gherardo Coltri. Contemporaneamente segue vari corsi (storia del teatro, mimo, recitazione). Cambia regione e a Verbania entra nella compagnia teatrale “Tingeltangel” per qualche anno. Studia a Milano al CTA Centro Teatro Attivo con Nicoletta Ramorino e frequenta un corso tenuto da Carlo Boso sulla commedia dell’arte. Attualmente segue un corso con la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano, mentre prepara brani interpretativi e spettacoli nel VCO.

Il giorno dopo “Migranti”, venerdì 14 aprile, la Sala Polivalente di Cameri (piazza Dante 27) ospiterà il terzo appuntamento della rassegna “I Campioni si raccontano”, incontrando alle ore 21 il ciclista Beppe Saronni in occasione della presentazione di “Saronni. Goodwood e le altre verità” (Graphot, 2022) con l’autore Beppe Conti e Federica Mingozzi.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2024 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni

Cameri, in biblioteca lo spettacolo”Migranti” di Carla de Chiara