Novara, il ricorso al TAR non ancora depositato. Cala il sipario?

L’ente ha già bocciato i ricorsi del Chievo (B) e della Sambenedettese (C), gli azzurri rassegnati all’esclusione dai professionisti?

Contrariamente a quanto annunciato nelle ore successive alla bocciatura del ricorso contro l’esclusione dal campionato di serie C da parte del Collegio di Garanzia del CONI, il Novara Calcio non avrebbe ancora depositato il proprio ricorso al TAR del Lazio in merito. Cala il sipario sulle residue (e minime) speranze del club di mantenere un posto tra i professionisti? La prospettiva è più che probabile, dato che a breve dovrebbero essere definite esclusioni e riammissioni da parte della FIGC e, successivamente, gironi e calendari della serie C. Nel momento esatto in cui ciò dovesse avvenire, automaticamente scatterebbe il “liberi tutti” tra i tesserati azzurri, che potrebbero svincolarsi (sia i calciatori della prima squadra, sia quelli delle giovanili) e accasarsi a parametro zero, dove riterranno.

A cosa è dovuto il ritardo del club? Alla volontà di preparare un ricorso più corposo o a quella di attendere gli esiti dei primi ricorsi discussi al TAR (Chievo e Sambenedettese) per avere indicazioni rispetto alle probabilità di successo? Lo capiremo nei prossimi giorni, anche perché le decisioni del TAR spingono più che mai al pessimismo: sia Chievo sia Sambenedettese sono state bocciate e in virtù delle motivazioni addotte, è assai lecito pensare che identica sorte toccherebbe al Novara.

Tutto questo mentre il “piano B” portato avanti dal sindaco Alessandro Canelli si prepara a “decollare”. Già nella giornata di giovedì dovrebbero esserci novità importanti in merito.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Giuseppe Maddaluno

Giuseppe Maddaluno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL