«Capiterà di perdere? Certo, conterà tantissimo la reazione»

Andata riscattata e infilata la 12esima in fila. Nuovo successo per il Bc Trecate nel campionato di serie C Gold, che nella prima giornata di ritorno batte in casa Crocetta Torino 76-69. Un riscatto importante, soprattutto perché all’andata, gara d’esordio, i trecatesi mentalmente non erano nemmeno scesi in campo. Un ko netto e che ha fatto male, ma ha fatto male il giusto per trasformare la delusione in energia.

 

[the_ad id=”62649″]

 

«Abbiamo commesso comunque diversi errori e abbiamo tanta strada da fare, ma siamo più rodati e questo è importante. Non c’erano pressione o paura naturalmente, ma il pensiero della sconfitta c’era e siamo contenti di aver ottenuto un risultato positivo»: è Julian Danelutti a parlare, il centro classe 1988, uno dei volti nuovi di questa stagione. Volto nuovo che ha dato subito qualità al gruppo e che in ogni partita si rivela fondamentale. La formazione ora ha all’attivo 12 vittorie, un girone praticamente. Il calendario prevede un tour de force per la squadra di Stefano Gambaro: già domenica 26 alle 18 l’appuntamento è a Serravalle, terza forza del campionato a 18 punti, due meno dei trecatesi. «La squadra è cambiata molto rispetto all’andata, non sarà facile, come non lo è nessuna partita, ma in particolare quello che ci aspettano in questo mese cruciale. Ciò che conterà sarà giocare bene e poi fare i conti a fine partita». Le insidie infatti ci sono partita dopo partita: «Capiterà che perderemo, perché sarà così e preferisco farlo ora che perdere poi una gara cruciale ai play off per esempio, – continua Danelutti – Ci sono altre squadre al nostro livello, noi per ora abbiamo sempre approcciato bene e in quelle partite dove invece l’approccio è mancato abbiamo comunque risposto bene, quindi è bello, non è una situazione che si vive ogni stagione. Quando perderemo cosa faremo? Conterà tantissimo la reazione». Per essere la prima esperienza senior in Piemonte l’entusiasmo del centro classe ’88 è tanta: «Arrivo da dieci anni di campionati lombardi, – dice – mi trovo benissimo, sia perché torno in palestre dove ho giocato da ragazzino essendo cresciuto nel settore giovanile di Casale, sia perché società, coach e compagni ti fanno capire di essere capitato in una famiglia, chi è qui è legato alla società. Poi certo anche vincere non fa male e questo entusiasmo si fa sentire», chiude sorridendo.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni