Attualità

“Ripartiamo!”, Fondazione Comunità Novarese modifica il piano erogativo

Tre nuovi strumenti che prevedono uno stanziamento complessivo di 405.000 euro a favore di disabili, nonni e terzo settore

In collaborazione con Fondazione Cariplo, Fondazione Comunità Novarese onlus ha scelto di rivedere il piano erogativo 2020 al fine di rispondere meglio alle esigenze del territorio, semplificando anche le procedure.

«In queste lunghe settimane ci siamo focalizzati sull’emergenza sanitaria e su quella sociale – afferma Cesare Ponti, presidente della Fondazione Comunità Novarese onlus – che ci hanno impegnato e ancora ci vedono operare in prima linea. Questo osservatorio “privilegiato” d’azione su tutto il territorio provinciale ci ha permesso di definire un nuovo piano erogativo, che anche grazie alla disponibilità di Fondazione Cariplo, possa offrire un supporto ancora più concreto alla nostra comunità, poiché scritto e studiato sulle esigenze manifestate. Rispetto ai sette Bandi lanciati mesi fa, abbiamo, quindi, introdotto alcune importanti novità, allo scopo di sostenere le azioni del Terzo Settore in risposta alle emergenze sociali del momento».

A seguito dell’emergenza Covid-19, la Fondazione ha deciso di destinare diversamente le risorse Territoriali di Fondazione Cariplo modificando il Piano Erogativo 2020. FCN ha, così, deciso di mettere a disposizione del territorio tre nuovi strumenti “ExtraBando” che permettono un intervento ancor più rapido ed incisivo.

Rispetto alla proposta iniziale lanciata da FCN nel 2020, rimarranno attivi solo tre Bandi, così da trasferire le risorse residue degli altri Bandi (Comunità sane, vitali e resilienti, il Bando Tempo libero senza barriere e il Bando Contrasto alla povertà) a beneficio di progetti in ambito socio-sanitario e socio-assistenziale.

I bandi mantenuti sono: bando 1 (Tutela e Valorizzazione del patrimonio storico e artistico con uno stanziamento di 200.000 euro); bando 5 (SOS Donna con uno stanziamento di 100.000);
bando 7 (Socio- Assistenziale con uno stanziamento di 164.000 euro).

Con riferimento alle risorse Extrabando, invece, i tre nuovi strumenti prevedono uno stanziamento complessivo di 405.000 euro e sono:

– “Ripartiamo! – Disabili, nuova vita possibile” con uno stanziamento di € 200.000. Tramite questo strumento, la Fondazione vuole sostenere le organizzazioni non profit nel percorso di riapertura dei centri diurni per disabili, residenziali e semi-residenziali, in modo da garantire o agevolare la sostenibilità economica della nuova operatività imposta. Il contributo concesso dalla Fondazione, per ogni singolo progetto, potrà coprire l’80% del costo complessivo dello stesso (fino ad un massimo di € 20.000) e potranno essere concessi anticipi fino al 50% del contributo. Non è prevista l’obbligatorietà di raccolta donazioni;

– “Ripartiamo! – Nonni, mai più soli” con uno stanziamento di € 100.000. Tramite questo strumento, la Fondazione vuole sostenere le organizzazioni non profit nel percorso di riapertura dei centri per anziani, in modo da garantire o agevolare la sostenibilità economica della nuova operatività imposta. Il contributo concesso dalla Fondazione, per ogni singolo progetto, potrà coprire l’80% del costo complessivo dello stesso (fino ad un massimo di € 20.000 e potranno essere concessi anticipi fino al 50% del contributo. Non è prevista l’obbligatorietà di raccolta donazioni.

– “Ripartiamo! – Terzo Settore, avanti tutta” con uno stanziamento di € 105.000. L’obiettivo è sostenere gli enti non profit di piccole e medie dimensioni colpiti dall’emergenza Covid-19, permettendo loro di continuare a svolgere le loro attività e avviare processi di rafforzamento organizzativo che contribuiscano, auspicabilmente, a ridurre l’impatto di nuove eventuali crisi. Il contributo concesso dalla Fondazione, per ogni ETS selezionato, sarà al massimo di 5.000 euro con ulteriori 1.000 euro nel caso in cui l’ETS beneficiario scelga di avviare un processo di infrastrutturazione organizzativa, attraverso il ricorso a percorsi di formazione e/o a consulenze professionali. Non è prevista l’obbligatorietà di raccolta donazioni;

Per i requisiti generali di ammissibilità degli enti si rimanda al documento “Linee guida presentazione progetti – Fuori Bando” disponibile sul sito della Fondazione www.fondazionenovarese.it nella sezione dedicata ai “Bandi 2020”, dove si trovano anche i testi di tutti i nuovi strumenti.

Per ogni informazione contattare la Fondazione Comunità Novarese onlus al numero 0321 611781 oppure all’indirizzo di posta elettronica progetti@fondazionenovarese.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati