Rifugio Miletta: «Donazioni non sufficienti per le spese, non possiamo più accettare animali da fuori provincia»

La presidente Alessandra Motta: «Non abbiamo i fondi necessari per operare nel mese di novembre». Per questo è stata lanciata una campagna-appello

Rifugio Miletta: «Donazioni non sufficienti per le spese, non possiamo più accettare animali da fuori provincia». Lo dichiara la presidente Alessandra Motta (nella foto in alto): «Il rifugio, aperto 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, ha sempre accolto animali selvatici feriti dalla provincia di Novara e dalle province limitrofe occupandosi delle spese veterinarie, del sostentamento e di tutto il necessario per salvare le loro vite, ma oggi questo non è più possibile. È una decisione difficile e sofferta – commenta – siamo consci del fatto che molti di quegli animali andranno incontro a morte, anche se potrebbero essere curati. Purtroppo le donazioni non sono più sufficienti per pagare le spese. Attualmente non abbiamo i fondi necessari per operare nel mese di novembre». Per questo è stata lanciata una campagna-appello di raccolta fondi.

Il Centro Recupero Animali Selvatici Rifugio Miletta di Agrate Conturbia è una struttura di accoglienza, cura e riabilitazione della fauna selvatica rinvenuta in difficoltà nel territorio della provincia di Novara. I volontari del Rifugio Miletta effettuano il soccorso sul luogo del ritrovamento per tutti i mammiferi, investiti o feriti. Gli uccelli invece devono essere portati presso il centro dal privato che li ritrova.

«Il cittadino è di fondamentale importanza poiché diventa il primo anello della catena di pronto intervento – spiegano dal Rifugio – attraverso una segnalazione tempestiva del ritrovamento dell’animale, ferito o in difficoltà, al numero unico di emergenza 112 oppure al nostro numero di emergenza 346 313 2222, dà la possibilità di agire tempestivamente e spesso la tempestività è strettamente legata alle possibilità di sopravvivenza dell’animale».

Una prima risposta alla richiesta d’aiuto è arrivata da Almo Nature «con una generosa donazione finalizzata a coprire nell’immediato le difficoltà di questo periodo». Chi volesse contribuire può consultare il sito del Rifugio, dove è possibile “conoscere” tutti gli ospiti e anche decidere di adottare a distanza uno degli animali che ci vive.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Ferrara

Elena Ferrara

Nata a Novara, diplomata al liceo scientifico Antonelli, si è poi laureata in Scienze della Comunicazione multimediale all'Università degli studi di Torino. Iscritta all'albo dei giornalisti pubblicisti dal 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni