Procreazione assistita, risultati d’eccellenza

Nel 2019 il Centro di procreazione assistita di Galliate, di cui è responsabile la dottoressa Elisabetta Fortina e che fa riferimento alla Struttura complessa di ostetricia e ginecologia diretta pro tempore dal dottor Alberto de Pedrini, ha ottenuto risultati d’eccellenza, ben al di sopra della media italiana. «Abbiamo raggiunto il 45% di gravidanze su embryotransfer, dato molto superiore alla media nazionale (27%)– spiega la dottoressa – E il 46% di gravidanze da embrioni scongelati (30% la media nazionale), dati che inorgogliscono e stimolano tutta l’equipe a un sempre maggiore impegno per poter regalare a un sempre maggior numero di coppie la felicità di poter diventare genitori».

 

 

I numeri: 41 gravidanze su 91 nel primo caso, 46 su 95 nel secondo.

Il Centro funge da struttura di riferimento per tutto il Piemonte orientale e per la Lombardia occidentale, per le coppie con problemi di infertilità o intenzionate a intraprendere le procedure di procreazione assistita,  distinguendosi come un elemento di eccellenza per la garanzia della salute di coppia per la diagnosi e il trattamento precoce dei problemi di infertilità.

«La vicinanza alle coppie è indispensabile – aggiunge Fortina – e per questo il Cpa di Galliate ha adottato strategie mirate a ridurre drasticamente le liste d’attesa la cui eccessiva lunghezza può rappresentare un fattore di stress e fuga delle coppie in centri lontani o a pagamento.  La lista d’attesa per il trattamento di fecondazione in vitro di II livello è di circa 30-60 giorni, dato che ci colloca fra i centri con liste d’attesa più virtuose».

«Le gravidanze che derivano dalla procreazione medicalmente assistita – aggiunge De Pedrini – spesso sono a rischio e vengono seguite dal Centro di patologie della gravidanza la cui responsabile è la dottoressa Daniela Longo; la Struttura complessa di ostetricia e ginecologia si prende carico così a 360 gradi di questo tipo di problematica».

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni