Priorità alla scuola “presente” per lo sciopero nazionale promosso dai Cobas

Oltre al flash mob #zainettiinpiazza (leggi qui), il comitato Pas Novara, Priorità alla scuola, rinnova un nuovo appuntamento. Si terrà infatti domani, venerdì 26 marzo, dalle 8 alle 14, lo sciopero in piazza Puccini, che risponde a quello nazionale indetto dai Cobas in oltre 60 città italiane.

«Torniamo in piazza per ribadire che la Dad non è scuola e per chiedere la riapertura il 7 aprile per le scuole di ogni ordine e grado. Torniamo in piazza per chiedere che i soldi del Recovery Fund siano investiti in una scuola “si-cura” e in presenza; – dicono dal comitato – una scuola in sicurezza è una scuola con aule spaziose dentro edifici sicuri e classi di massimo 20 alunni.  Una scuola in cui i precari siano stabilizzati e in cui si investa in nuove assunzioni. Una scuola dotata di infermeria scolastica, che monitori il benessere psicofisico della comunità scolastica. Scuole distribuite su tutto il territorio con relativi collegamenti casa-scuola, come pedibus, piste ciclabili, autobus e treni dedicati».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: