“Missione agenti pulenti”, con i Lions oltre 3000 alunni coinvolti

L'iniziativa ha l’obiettivo di sensibilizzare i più piccoli sull’importanza del patrimonio artistico culturale

Missione “Agenti pulenti”: con questa iniziativa, Comune di Novara, Lions Club e Soprintendenza Archeologia, belle arti e Paesaggio, collaborano con l’obiettivo di sensibilizzare i più piccoli sull’importanza del patrimonio artistico culturale e architettonico del proprio Paese e sul rispetto dello stesso.

«Un progetto – spiega il sindaco Alessandro Canelli – che ha uno scopo fondamentale per il nostro futuro e per la nostra comunità: quello di educare e sensibilizzare i ragazzi al rispetto dei beni comuni a partire da una approfondita conoscenza dei monumenti della città. Un ringraziamento ai Lions che promuovono l’iniziativa con grande impegno e passione e alle scuole che aderiscono sempre con un forte entusiasmo».

L’attività, finalizzata a dare concreta attuazione ad uno dei principali scopi del lionismo, la promozione dei principi di buon governo e di buona cittadinanza, è nata a Novara nel 2015 ed è riuscita a coinvolgere in questi anni oltre 3000 ragazzi della scuola primaria, di 28 città, 65 scuole e 120 classi del Piemonte e Valle d’Aosta. Viene portata avanti con la collaborazione degli insegnanti, dei funzionari delle competenti Soprintendenze territoriali e dei docenti e restauratori del Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dell’Università di Torino.

La “Missione” si articola in tre fasi su un arco temporale di tre mesi (marzo-maggio). La prima fase, quella della conoscenza, è svolta in aula dagli insegnanti di classe. Nella seconda, tenuta da restauratori professionisti vengono presentati, in modo semplice, alcuni punti fondamentali della conservazione dei monumenti. La terza fase infine è la più coinvolgente e divertente: i ragazzi si impegnano a pulire i campioncini di pietra con gli strumenti e metodi suggeriti dai tutor restauratori. Questa attività li porta a provare concretamente quanto difficile e faticoso sia ripulire un manufatto sporcato accidentalmente per ignoranza o superficialità, o peggio intenzionalmente, con atti vandalici. I ragazzi possono così toccare con mano quanto sia importante la prevenzione del danno e che fondamentale ruolo essi stessi possono svolgere, impegnandosi attivamente come paladini dei monumenti.

«E’ una singolare coincidenza – richiama il Governatore distrettuale Lions Gerolamo Farrauto – che proprio in questi giorni (23 marzo 2022) sia entrata in vigore la nuova legge sui reati contro il patrimonio culturale che tra l’altro prevedono una sensibile stretta sui vandali dei monumenti che dimostra la grande attualità di questo nostro service e che evidentemente ha colto un’esigenza reale della Società civile».

«Il progetto “Missione Agenti Pulenti” ideato dal Lions Club, volto all’educazione dei giovani al rispetto del patrimonio culturale, ha alla base i principi della tutela, della protezione e della conservazione cui è preposto il Ministero della Cultura – afferma la Soprintendente di Novara Michela Palazzo – per questo nel mese di gennaio è stata sottoscritta una Convenzione che ci permette di ampliare le possibilità di collaborazione. I giovani di oggi sono i custodi futuri della nostra eredità culturale: far crescere i ragazzi nella consapevolezza dell’importanza della protezione del patrimonio culturale, vuol dire educarli al rispetto delle culture e della diversità per un futuro di libertà e democrazia. I nostri giovani sono il nostro futuro; e noi siamo orgogliosi di poter contribuire alla loro formazione con questo importante progetto».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL