Lions club Novara Ticino: nuovo meeting e tante”pietre preziose”

La serata ha avuto come ospite e relatore il dott. Pio Mario Visconti eminente professionista nel campo delle pietre preziose.

Il dottor Visconti (in foto) che oltre ad essere un esperto di pietre preziose è anche Lions da oltre 30 anni e socio fondatore del Lions Club Valenza Adamas, e primo vice Governatore del distretto Lions 108Ia2, ha tenuto una relazione incentrata sui diamanti dal titolo ”Diamanti: dalle tenebre delle viscere della terra, alle mani sapienti dei tagliatori per splendere sul gentil sesso”

Presenti alla serata: Il Governatore del distretto 108Ia1 Gerolamo Farrauto, la moglie del dottor Visconti, Gabriella Cerutti e un altro esperto di pietre e stimato orafo di Valenza, Roberto Nalon.

Una serata estremamente interessante durante la quale iI dottor Visconti ha tratteggiato la storia della conoscenza dei diamanti noti dal 8000 A.C. ma ricercati e studiati seriamene solo nella seconda metà dell’800. E’ del 1866 l’apertura della prima miniera a Cielo aperto in Sud Africa. I giacimenti di diamanti sono diffusi soprattutto nel sud dell’Africa , in sud America , in India e scoperta più recente in Australia. Trattasi di enormi miniere a cielo aperto dove vengono spostate enormi quantità di materiale. Per il ritrovamento di un diamante occorre mediamente trattare 50 tonnellate di materiale. Oggi per l’analisi ed il taglio delle pietre si usano apparecchiature molto sofisticate anche se l’uomo è ancora determinante nelle attività di taglio e analisi delle pietre più importanti. In contrapposizione ai diamanti naturali sono oggi disponibili I diamanti sintetici che vengono usati nell’industria ma anche nella realizzazione di gioielli. Oggi è quasi impossibile, ad occhio nudo, discernere tra diamanti sintetici e diamanti naturali.

Il dott. Visconti ha poi mostrato delle immagini di alcuni diamanti di grandi dimensioni e molto famosi raccontando anche degli aneddoti piacevoli relativi ad alcune gemme. Ha poi mostrato la foto di un triregno Papale che è stato donato nel 1854 dalla regina Isabella di Spagna al Papa Pio IX. Il dr. Visconti che ha avuto l’occasione di analizzarlo ha detto e che è costellato da oltre 18000 diamanti e pietre preziose.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL