Il Rotary di Orta ha consegnato 100 pasti alle famiglie più bisognose

Bella iniziativa che ha portato un pasto caldo alle famiglie in difficoltà

Prosegue l’impegno di solidarietà al territorio del Rotary club di Orta San Giulio, che il 5 gennaio ha organizzato uno dei tanti progetti di servizio a supporto delle famiglie meno fortunate del territorio, consegnando 100 pasti della bontà a famiglie in difficoltà.

Come da tradizione, in occasione delle festività, i soci del club si sono raggruppati per assembrare 100 pasti della bontà. I pacchi consegnati offrivano tre portate: primo, secondo e dolce, preparate con cura dai ristoranti Il Pinocchio, la Trattoria dei commercianti di Borgomanero e il ristorante La zucca di Arola. I preparati sono stati distribuiti all’emporio solidale di Borgomanero e al Consorzio intercomunale per gestione dei servizi di Borgomanero e Gozzano per la consegna alle famiglie più disagiate del nostro territorio.

Il presidente del club, Luca valenti ha voluto confermare, con orgoglio, il loro impegno: «È una grande gioia per il nostro club poter continuare questa tradizione e spero che altre strutture aderiranno in futuro al progetto in modo da consegnare a più famiglie possibile del nostro territorio un pasto diverso fuori dal consueto in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Paolo Pavone

Paolo Pavone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni