Il mercatino della solidarietà quest’anno è on line

mercatino della solidarietà cst nvoara

Il mercatino della solidarietà quest’anno è on line. Il tradizionale appuntamento di Natale promosso ogni anno dal Cst, che nel 2019 aveva raccolto l’adesione di quaranta associazioni, quest’anno non potrà svolgersi con la modalità in presenza. È stato, dunque, predispoto il sito www.mercatinodellasolidarieta.it dove poter acquistare i propri regali solidali.

«Ben consci del fatto che l’atmosfera della piazza non sia riproducibile on line – afferma Daniele Giaime, vice presidente del Cst – non abbiamo comunque voluto rinunciare ad un’iniziativa a cui teniamo tantissimo. Abbiamo cercato soluzioni alternative per mesi e, fino all’ultimo, abbiamo sperato di far incontrare cittadini e associazioni ma poi abbiamo fatto un passo indietro, nel rispetto e per il bene della comunità. La corsa per creare i ‘negozi’ on line è un progetto delle ultime settimane, ci hanno spinto la volontà delle associazioni a non rinunciare nonostante i tempi e l’incertezza. Insomma, ci abbiamo provato. Il risultato è un piccolo contenitore, certamente migliorabile ma con un valore sociale enorme. Ora non resta che aprire i battenti e dello store. Chi lo farà, potrà scegliere un regalo solidale, quest’anno più prezioso che mai. Un grazie di cuore a chi sceglierà di non rinunciare a questa bella tradizione».

Il sito sarà attivo fino al 6 gennaio; tutte le modalità di acquisto sono indicate all’interno dello stesso così come le realtà del Terzo Settore che, a oggi, hanno deciso di partecipare al progetto.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni