«I negozi aperti tengono viva una città. Si può uscire se rispettiamo le regole»

«I negozi aperti tengono viva una città. Si può uscire se rispettiamo le regole». Sono le parole del presidente Confcommercio Alto  Piemonte Maurizio Grifoni dopo il primo giorno di zona arancione in Piemonte, capitato proprio di domenica e domenica di Black friday. Zona arancione significa riapertura di negozi che non hanno lavorato, se non tramite gli ordini a distanza, per tre settimane.

 

 

«Ho visto le immagini anche delle altre città, Milano e Torino, con tante persone nelle vie, – dice – la gente ha tanto bisogno di tornare alla normalità e questo sentimento si respira ancora di più proprio adesso. Non dimentichiamoci però che per poter uscire è importante rispettare le regole, la mascherina non è ledere la libertà, è collaborare affinché si possa uscire da questa situazione il prima possibile».

Una boccata d’ara per i negozi: «Molti hanno dipendenti, tutti hanno fatto ordine, pagato tasse, sostenuto costi fissi, riaprire il negozio è stato importantissimo, – dice Grifoni – le luci accese danno vita a una città, le serrande abbassate invece spengono le luci e questo crea un circolo negativo perché un negozio chiuso crea malinconia e innesta un meccanismo di sfiducia. Questa seconda ondata di Covid è stata ancora più dura, mi auguro che tutti siano consapevoli delle misure da adottare».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Elena Mittino

Elena Mittino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni