“Free Assange”, con Amnesty si parla di libertà di stampa e diritto all’informazione

Doppio convegno dedicato al giornalista australiano venerdì 11 novembre all'Università del Piemonte Orientale e nella sede del Fai

Il gruppo Amnesty International di Novara organizza una giornata dedicata a Juliane Assange, il giornalista australiano, detenuto in isolamento dal 2019 in carcere di massima sicurezza in Gran Bretagna; quest’anno la Corte suprema inglese ha emesso l’ordine formale di estradizione negli Stati Uniti dove Assange è atteso da una condanna a 175 anni per “rivelazione di segreti al nemico”.

La giornata è in programma per venerdì 11 novembre con un doppio convegno dal titolo “Free Assange, libertà si stampa e diritto all’informazione”. Il primo si terrà alle 15 all’Università del Piemonte Orientale e sarà indirizzato agli studenti; il secondo, aperto al pubblico, alle 21 nella sede del Fai di via Gaudenzio Ferrari 20.

Il programma è lo stesso per entrambi gli incontri: dopo i saluti dei Francesco Sorbello, vice responsabile di Amnesty Novara, e Matteo Caporusso, presidente del fai Novara, intervengono: Gianfranco Quaglia, presidente del Consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte; Alessandro Brustia, presidente della Camera Penale di Novara; Sabrina Faccio, presidente dei giovani avvocati di Novara; Patrick Boylan, giornalista e scrittore. Sono previsti anche gli interventi registrati di Riccardo Noury, presidente di Amnesty International Italia e dell’attore e scrittore Moni Ovadia.

Il convegno è accredito con l’Ordine degli avvocati per tutti e due gli orari; quello delle 21 anche con l’Ordine dei giornalisti.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni