Fondazione De Agostini dona 500 mila euro per una nuova rianimazione

Fondazione De Agostini dona 500 mila euro per una nuova rianimazione. Il nuovo reparto di terapia intensiva e semi intensiva sarà realizzato vicino al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore permettendo di potenziare i servizi e le cure per affrontare l’attuale situazione di emergenza, ma resterà poi come presidio permanente dell’azienda Ospedaliero-Universitaria per la tutela della salute dei cittadini nell’area più critica.

Questa struttura andrà a sostituire, appena sarà terminata, l’attuale allestimento provvisorio nei corridoi adiacenti la rianimazione, realizzato per fronteggiare con adeguati strumenti l’emergenza. Il progetto prevede il recupero, mediante una completa ristrutturazione edile e impiantistica, di spazi esistenti aventi una superficie di circa 180 mq, per la creazione di 8 posti letto ad elevata intensità di cura.

 

[the_ad id=”62649″]

 

«Ringrazio sentitamente la Fondazione, il suo presidente Roberto Drago e tutti i componenti del Cda per la generosità dimostrata – ha affermato il direttore generale Mario Minola – che ci consentirà di avere a disposizione una struttura di fondamentale importanza sia in questo momento di massima emergenza, sia in futuro. L’importo erogato verrà impiegato per i lavori edili e per l’acquisizione delle dotazioni tecniche necessarie al funzionamento della nuova terapia intensiva e semi intensiva. Il nuovo reparto sarà intitolato alla Fondazione De Agostini».

Altri 200 mila euro sono stati devoluti ad associazioni e cooperative che offrono servizi ai bambini con disabilità e le loro famiglie, danno lavoro a persone svantaggiate e gestiscono case di accoglienza per minori. Oggi si trovano ad affrontare grandi difficoltà a causa dell’interruzione delle attività e del venire meno di risorse economico-finanziarie fondamentali per il loro sostegno, soprattutto in questa fase in cui tutti sono impegnati nel fronteggiare i disagi sociali delle fasce più deboli della popolazione.

Roberto Drago, Presidente della Fondazione De Agostini, ha dichiarato: «Il Paese sta attraversando un grave momento di difficoltà e preoccupazione, per questo la Fondazione De Agostini sempre attenta a intervenire in situazioni di bisogno, ha voluto supportare il sistema sanitario locale in questa fase di emergenza, per garantire l’assistenza medica necessaria alle persone contagiate, ma ha anche allargato la sua responsabilità alle tante associazioni del terzo settore che sono messe a dura prova dalle necessarie misure adottate per il contenimento dell’epidemia. Siamo sicuri che con responsabilità, impegno e coesione riusciremo a superare anche questo momento, scoprendoci capaci di una nuova resilienza, ma anche di un nuovo slancio solidale».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *