Arona, aggiornamento (14 su 15 sez.), Federico Monti (Lega-Civica) virtualmente sindaco con 4053 voti (64,32%) davanti a Massimo Tosi (Arona Domani) con 1435 voti (22,77%)
22 settembre 12:36
Bogogno, Pietro Sacco (Bogogno Futura) sindaco con 413 voti (53,29%) davanti a Michele Conti (Viviamo Bogogno) con 362 voti (46,71%)
22 settembre 12:33
Bogogno, Pietro Sacco (Bogogno Futura) è il nuovo sindaco
22 settembre 12:32
Bogogno, Bogogno Futura di Pietro Sacco ha 7 consiglieri; Viviamo Bogogno 3
22 settembre 12:41
Invorio, Flavio Pelizzoni (Insieme per Invorio e frazioni) con 1267 voti (50,74%) supera per 37 consensi l’uscente Roberto Del Conte (Noi Invoriesi) con 1230 voti (49,26%)
22 settembre 12:26
Invorio, Insieme per Invorio e frazioni di Flavio Pelizzoni ha 8 consiglieri; Noi Invoriesi 4
22 settembre 12:41
Vinzaglio, Giuseppe Olivero (Civica Per Vinzaglio) sindaco con 226 voti (64,2%) davanti a Gian Mauro Paderno (Rinnovamento e sviluppo) con 121 voti (34,38%)
22 settembre 12:29
Vinzaglio, Civica Per Vinzaglio di Giuseppe Olivero ha 7 consiglieri; Rinnovamento e sviluppo 3, le liste P. Valore Umano e Forza Nuova nessuno
22 settembre 12:40
Vinzaglio, Giuseppe Olivero (Civica Per Vinzaglio) confermato nuovo sindaco
22 settembre 12:23
Invorio, Flavio Pelizzoni (Insieme per Invorio e frazioni) è il nuovo sindaco
22 settembre 12:21
Arona, altri candidati (12 su 15 sez.): Luca Brianti (FdI-Autonom.-Civiche) 8,41%, Carlo Intelisano (Lago della Bilancia) 3,34% e Francesco Tognon (Forza Nuova) 0,79%
22 settembre 12:15
Vaprio, Nuovi Orizzonti di Silvano Mellone ha 7 consiglieri; Insieme per Vaprio 3
22 settembre 12:03
Garbagna, Progetto Garbagna di Fabiano Trevisan ha 7 consiglieri; Rivivere Garbagna 3
22 settembre 12:02
Vaprio, Silvano Mellone (Nuovi Orizzonti) sindaco con 357 voti (59,11%) davanti a Giovanni Righini (Insieme per Vaprio) con 247 voti (40,89%)
22 settembre 11:52
Garbagna, Fabiano Trevisan (Progetto Garbagna) eletto sindaco con 479 voti (60,71%) davanti a Antonino Ferrera (Rivivere Garbagna) con 310 voti (39,29%)
22 settembre 11:43


Attualità
Stazione Agognate - La Voce di Novara

Al polo logistico di Agognate si andrà… in treno

Vailog, che realizzerà l’insediamento nella frazione novarese, e Rfi lavoreranno per lacreazione di una nuova fermata lungo la linea ferroviaria per Biella

Non solo supermercati. Novara potrebbe presto avere anche una nuova piccola stazioncina ferroviaria nella zona di Agognate; anzi, più simile alla “fermata” di una metropolitana di superficie. Ad annunciarlo è stata Elisabetta Franzoni, assessore all’Urbanistica, intervenendo nella mattinata di venerdì a una seduta della II Commissione dove si è parlato principalmente del progetto di recupero dell’ex Centro sociale di viale Giulio Cesare.
L’idea, che potrebbe concretizzarsi già nelle prossime settimane, è quella di utilizzare la ferrovia Novara – Biella (linea storica a un solo binario non elettrificato), dotandola di una fermata in prossimità del casello autostradale della A4 in modo da permettere un collegamento con il futuro insediamento logistico. Decisamente una forma di mobilità alternativa, disincentivando l’utilizzo di mezzi privati, per chi dovrà raggiungere la zona dalla città sfruttando una ferrovia che, “staccandosi” dalla Milano – Torino poco prima di via Marconi, piega poi verso nord – ovest attraversando il quartiere di Santa Rita prima e Agognate poi, proseguendo in aperta campagna prima di raggiungere quello che attualmente è il suo primo “stop” , ovvero la stazione di Nibbia, nel comune di San Pietro Mosezzo.
Stando al si dice ci sarebbe addirittura già un accordo tra la Vailog, la società che realizzerà il nuovo insediamento logistico di Agognate, e Rfi (del Gruppo Ferrovie dello Stato), che dovrà materialmente procedere a posizionare una pensilina e realizzare i marciapiedi per i passeggeri in salita e discesa. La stazione di Novara – Agognate dovrebbe finire col ritrovarsi a circa 5 chilometri da quella di Novara, distanza poco superiore a quella esistente tra lo scalo principale cittadino e quello di Vignale, prima del “trivio” delle linee per Varallo (da tempo chiusa al traffico), Borgomanero e Arona.
Da parte della minoranza l’operazione è stata definita «interessante» dal capogruppo del Pd Rossano Pirovano, «anche se non si può certo parlare di un’idea dell’Amministrazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliati