Riciclare smartphone per piantare nuovi alberi

Al via il service “Piantiamo Alberi e Ricicliamo Smartphone” tra ASSA e Lions International

Assa e Lions Club International hanno firmato l’accordo “Piantiamo Alberi e Ricicliamo Smartphone”, un progetto che prevede che i volontari Lions Club e Leo Club si impegnino a raccogliere e conferire cellulari e smartphone da riciclare ad Assa che si occupa di gestione ambientale a 360 gradi. In cambio e di concerto con il Comune di Novara, Assa provvederà a piantare un nuovo albero ogni 15 apparecchi consegnati.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare e spingere nuove e vecchie generazioni al riciclo, alla limitazione dello spreco e alla valorizzazione della biodiversità, attraverso il riciclo dei cellulari usati e la piantumazione di alberi, in zone dove è necessaria la presenza di arbusti, con tutti i vantaggi che porta con sé la presenza di piante, anche in ambienti urbanizzati. Secondo l’ultimo report della Regione, nel 2022 il Piemonte ha avviato a corretto riciclo 24.620 tonnellate di Raee (rifiuti elettronici), segnando un calo del 5.9% rispetto al 2021. Una flessione comunque migliore rispetto all’andamento nazionale (-6.2%) e molto più contenuta rispetto alla perdita registrata dall’area del Nord Italia (-8.6%).

Per andare incontro a questa problematica e invertire la tendenza, nel corso dell’anno, i singoli Lions Club e Leo Club, attraverso il Distretto 108Ia1, si impegnano a organizzare serate divulgative di illustrazione dei benefici della raccolta differenziata e del riciclo delle apparecchiature Raee, alle quali potranno partecipare responsabili di Assa e soci Lions o Leo del Distretto 108Ia1, opportunamente formati, che potranno distribuire materiale di Assa sul riciclo dei Raee. Una volta raccolti i cellulari usati, il Distretto 108Ia1 rilascerà un attestato che certificherà il numero di cellulari inviati al riciclo e, in base agli accordi raggiunti con ASSA, il numero di nuovi alberi che verranno piantati.

«I cellulari inutilizzati o peggio dispersi nell’ambiente non sono solo un evidente danno ambientale ma se avviati a corrette procedure di riciclo rappresentano, di fatto, patrimonio di materie prime preziose e rare che possono rientrare nel ciclo produttivo in alternativa allo sfruttamento delle miniere – commenta il governatore del Distretto 108Ia1, Michele Giannone -. I Lions e i Leo affrontano così una tematica cruciale di sostenibilità a lungo termine della vita con, da un lato la diminuzione di sfruttamento di nuove risorse naturali e la riduzione di potenziali criticità ecologiche, dall’altro un ambiente più sano grazie al processo di piantumazione di nuovi alberi contribuendo, così, al risanamento climatico. Per concludere l’intero progetto aiuta a diffondere una migliore coscienza civica per la salvaguardia ambientale della Terra».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni