Di cosa sa il vino? Che profumi ha? A me ricorda un autunno, mi ricorda il mare, l’aria fresca di montagna, un adolescente ribelle… fate la prova: fate assaggiare il vino a qualcuno che sapete non conoscerlo affatto, nè che lo beva abitualmente, che abbia però un po’ di istruzione, di sensibilità artistica… e le risposte che vi darà saranno come queste: poetiche, polisemiche, sinestetiche, rimbaudiane. Non rompete l’incanto di queste parole, le immagini che portano con sé. Rimanete lì. Non incominciate a parlare di profumi primari, secondari… di fiori e di frutti… Lasciate stare: godetevi il vino e le immagini che porta con sé. Rimanete in poesia.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Riccardo Milan

Riccardo Milan

Riccardo Milan è professore, giornalista e blogger. Lavora alla scuola alberghiera di Stresa ed è pubblicista dal 1999. Da meno, è blogger con Allappante.it. Si è occupato per anni di cultura materiale, studente, scrittore e docente: vino, birra, gastronomia, cucina per lo più tipica, storia delle tradizioni. Sommelier ed idrosommelier per diletto. Vive sul Lago d’Orta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni