Trecate mensa scolastica, Uboldi: «Il sindaco la smetta di dire menzogne. I soldi per gestire il problema ci sono»

«Sono molto arrabbiato, ho seguito la vicenda e sono genitore di un bambino di quinta elementare iscritto alla mensa. Tutto questo lavoro andava fatto a giugno, quando si sapeva che le scuole avrebbero aperto». Sono le parole del consigliere di minoranza Marco Uboldi in merito alla questione mensa scolastica che ancora manca a Trecate e anche a Sozzago e Romentino.

 

 

«Non è sempre colpa degli altri. Bisogna assumersi delle responsabilità, bisogna produrre risultati, non basta la buona volontà per essere bravi amministratori, contano i fatti, – dice –  tutte le scuole tranne noi stanno erogando il servizio mensa, magari con costi in più, magari no, ma hanno gestito bene. Continuo a segnalare che il Comune ha ricevuto contributi, sgravi fiscali e aiuti economici da questo Governo, aiuti che non sono stati usati per qualcosa di utile alla cittadinanza, sono solo stati messi a bilancio. Non si può arrivare a settembre con le mense chiuse, le linee guida per la scuola sono uscire il 26 giugno. Ora è colpa di Markas? E’ l’amministrazione che non sta facendo il suo lavoro».

E continua: «Tutto è pagato dai cittadini, bisogna rispondere con efficienza. Amministra bene chi risolve i problemi e mette i cittadini nella condizione di vivere bene, questo a Trecate non accade da tempo. Siamo all’ennesimo caos creato da questa amministrazione, è sempre colpa degli altri. Chiedo almeno che Binatti sia onesto e la smetta di dire menzogne».

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: