Volley, per la Igor i recuperi di Firenze (stasera) e Roma (domenica) crocevia della stagione

Prosegue il tour de force per le ragazze di Lavarini, impegnate alle 20.30 nel capoluogo toscano per il match contro Il Bisonte. Il d.g. Marchioni: «Dobbiamo vincere per tenere il passo delle avversarie»

Archiviato il sotto certi aspetti sofferto successo di domenica scorsa contro Bergamo, che in ogni caso ha portato tre punti in classifica, la Igor è alla ricerca di altri sei nei due recuperi in programma questa sera a Firenze (si gioca alle 20.30 con direzione arbitrale affidata alla coppia Spinnicchia – Cesare e diretta televisiva su Rai Sport +HD) e domenica pomeriggio nella capitale contro le locali dell’Acqua&Sapone.


Il tour de force, insomma, prosegue per le ragazze di Stefano Lavarini e presumibilmente lo sarà sino al termine di una stagione che ormai, dopo l’eliminazione dalla Champions, ha come unico obiettivo rimasto quello del campionato. Non ci sono alternative. Occorre stringere i denti e affrontare ogni impegno con la massima decisione, cercando di chiudere la regular season nella migliore posizione possibile, cercando poi di presentarsi in buone condizioni fisiche e mentali all’appuntamento con i playoff. Da questo punto di vista, dopo i vari stop dovuti all’emergenza pandemica, la squadra ha comunque risposto ottenendo tre successi consecutivi che hanno in parte colmato il gap in una classifica ancora incompleta e indecifrabile, per il momento guidata dal Vero Volley Monza, seguito a quattro lunghezze dalla Savino Del Bene Scandicci (ma entrambe hanno giocato 20 partite).


«Quando siamo ripartiti dopo il lungo stop forzato – ha detto il d.g. novarese Enrico Marchioni – sapevamo che ci aspettavano tante sfide toste e decisive. A Firenze affronteremo una squadra molto valida dal punto di vista tecnico e tattico, come già è stato nelle ultime uscite. Quello che farà la differenza sarà la nostra capacità di rimanere sempre dentro alla partita, reagendo prontamente alle difficoltà che potremmo incontrare e senza abbassare il ritmo nei momenti positivi. Scontato quanto vero dire che vogliamo vincere: per la classifica e per tenere il ritmo delle altre prime della classe, che è forsennato in questa fase».


Dall’altra parte della rete Chirichella e compagne (nella foto di Santi un attacco di Caterina Bosetti domenica scorsa contro Bergamo) troveranno una squadra, quella guidata dall’ex tecnico di Ornavasso Massimo Bellano e con in campo una vecchia conoscenza come l’alzatrice Carlotta Cambi che punterà a vendere cara la pelle. Le gigliate occupano infatti l’ottavo posto in classifica con 23 punti raccolti in 17 gare (8 vittorie e 9 sconfitte) e sono reduci dalla sconfitta interna dell’ultimo turno contro Busto Arsizio.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SEGUICI SUI SOCIAL