Volley, l’Italia chiude il Mondiale con la medaglia di bronzo

Le ragazze di Mazzanti si impongono in tre set sugli Stati Uniti nella “finalina” per il terzo gradino riscattando così la sconfitta con il Brasile. Dopo due buone prime frazioni, Sylla e compagne hanno sofferto nel terzo gioco, annullando alle americane quattro palle per prolungare il match

L’Italia si rialza e conclude il suo Mondiale 2022 sul terzo gradino del podio dopo aver superato in tre set gli Stati Uniti (25-20, 25-15 e 27-25 il dettaglio) nella “finalina” per la medaglia di bronzo. La partita che nessuno nel team azzurro avrebbe voluto giocare sino a un paio di giorni fa si è invece conclusa con il gruppo guidato da Davide Mazzanti in grado di travolgere letteralmente nei primi due set le campionesse olimpiche, di complicarsi un po’ la vita nella terza frazione, arrivando a concedere alle avversarie quattro palloni per prolungare il match. La forza del gruppo ha però avuto la meglio e con un passo alla volta Myriam Sylla e compagne sono riuscite ad annullare lo svantaggio e chiudere i conti 27-25.


L’Italia, partita con il 6+1 delle ultime occasioni – Orro in palleggio ed Egonu opposto, Danesi e Lubian al centro, Bosetti e Sylla in banda con De Gennaro libero – ha iniziato con qualche difficoltà, ma il tentativo di fuga da parte degli Usa (9-13) è stato poi frenato. Una ritrovata Egonu ha contribuito al sorpasso, poi le azzure hanno aumentato il ritmo sino al 25-20.


Stesso copione iniziale dopo il cambio di campo (6-9), poi le azzurre hanno fatto sentire il loro peso in attacco e dopo un lungo parziale hanno piegato le americane 25-15.


Terzo gioco decisamente più equilibrato. Le due squadre sono rimaste a lungo “attaccate”, poi le ragazze di Kiraly hanno approfittato di un calo della ricezione azzurra per andare prima sul 17-20 e poi sul 20-24. Con tanto coraggio l’Italia, come detto, è stata capace di annullare una dopo l’altre le quattro palle per andare al quarto gioco, prevalendo alla fine ai vantaggi 27-25 grazie a un muro di Danesi. Con tanta soddisfazione anche se il rammarico per non essere riuscite a giocarsela per l’obiettivo grosso è rimasto.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni