Volley, la Igor si presenta mentre Sansonna lascia: «Aspetto un bambino»

L'annuncio del libero pugliese ieri sera davanti a 900 tifosi accorsi per salutare squadra e staff tecnico alla vigilia dell'inizio della nuova stagione. Il patron Leonardi: «Il nostro progetto è diventato un modello. Abbiamo quattro obiettivi davanti a noi». Parte oggi la campagna abbonamenti

Novecento tifosi e una cicogna. Tanti sono stati i presenti, compresi il settore giovanile del club e quelli delle società consorziate, ieri sera al palazzetto per salutare squadra e staff tecnico alla vigilia dell’inizio della nuova stagione della Igor. La vera sorpresa è stata però la notizia che Stefania Sansonna ha appeso le ginocchiere al fatidico chiodo perché attesa dalla partita forse più importante della sua vita: quella che la porterà a diventare mamma. L’annuncio è stato dato dallo stesso libero pugliese con un autentico colpo da teatro. Dopo che erano state via via presentate tutte le giocatrici, cominciando dalle quattro reduci dal ricevimento al Quirinale e Palazzo Chigi per il successo al recente Europeo (Chirichella, Bosetti, D’Odorico e Bonifacio), proseguendo con le due campionesse olimpiche statunitensi (Hancock e Washingrton); e poi tutte le altre, terminando con il giovane secondo libero (Imperiali). Già, il secondo libero… e Sansonna? Il quesito, accompagnato da un bisbiglio del pubblico, è stato subito svelato quando è comparsa lei. Il libero di Canosa di Puglia, 39 anni il prossimo 1° novembre, una lunga carriera iniziata nel 1994 nella squadra della sua città, da sette anni all’ombra della Cupola dopo un precedente biennio con l’Asystel al quale erano seguite un’esperienza in Azerbaigian e due stagioni a Piacenza, protagonista di tutti i successi con la Igor, in un elegante abito da sera ha annunciato il suo ritiro dall’attività agonistica perché in dolce attesa… Poche parole, qualche lacrimuccia, l’abbraccio delle ormai ex compagne e una standing ovation da parte del pubblico l’ha accompagnata in un ultimo giro di campo insieme a patron Fabio Leonardi (nella foto).


Il resto della serata ha seguito il più classico dei clichè. Prima gli interventi dei componenti del comitato tecnico, dalla presidente del club suor Giovanna Saporiti al direttore generale Enrico Marchioni, dal dirigente Eraldo Pecetti a Fabio Leonardi. Filo conduttore il ritorno alla normalità, con la presenza del pubblico dopo una forzata stagione a porte chiuse. Suor Giovanna ha invitato tutti «ad avere fiducia», ricordando i sacrifici affrontati da molti nei mesi della pandemia e dalle famiglie quanto l’attività era ripresa un po’ a singhiozzo: «La gente al palazzetto è un po’ un ritorno a casa». E se Pecetti ha evidenziato «la passione e il coinvolgimento che la pallavolo ha saputo trasmettere anche a lui», di aspetti più tecnici ha parlato Marchioni: «La squadra è cambiata poco, solo quattro nuove atlete. Questo vuol dire che il progetto continua».

«Il nostro progetto è diventato un modello – gli ha fatto eco Leonardi – Abbiamo quattro obiettivi davanti a noi. Lo scorso anno puntavamo ad arrivare fino in fondo in tutte le competizioni, adesso vogliamo alzare l’asticella». Una parola d’ordine condivisa a nome di tutta la squadra da Caterina Bosetti: «Arrivare solo fino in fondo non basta più. Vogliano vincere. Se sentiamo una certa pressione? Chi viene a giocare a Novara conosce quali sono gli obiettivi della società, altrimenti può scegliere altre piazze». La prima sensazione è quella di una squadra più completa, ma soprattutto sempre più unita. Lo ha confermato anche il tecnico Stefano Lavarini: «Disponiamo di un ottimo potenziale, di grandi motivazioni e di una solidità di gruppo, fondamentale in una disciplina come la nostra».


Da oggi, mercoledì 29 settembre, parte la campagna abbonamenti per la stagione 2021-’22 in due tipologie. Platinum parterre (tessera valevole per 13 gare di regular season, sette di playoff, una di Coppa Italia e cinque di Champions a 300 euro (ridotto 250) per nuovo abbonato; 190 e 150 per quelli da rimborsare per la stagione 2019-’20. Top gradinata (stesso pacchetto di partite) a 200 euro (160); 120 e 90 per rimborso.


Gli abbonamenti potranno essere rinnovati – tenendo in considerazione quelli effettuati per la stagione 2019-’20 – al PalaAgil di via Manzoni 29 a Trecate fino al 14 ottobre, il martedì e il giovedì dalle 9 alle 12; il mercoledì e il venerdì dalle 15 alle 19. Dal 1° al 14 ottobre sarà invece possibile sottoscrivere nuovi abbonamenti sul sito Vivaticket.com e sempre presso il PalaAgil. I singoli titoli d’accesso per le gare di campionato e Coppa Italia costeranno 19 euro (ridotto 15) il parterre; 10 euro (7) la gradinata. Per i playoff e la Champions, 25 euro (ridotto 19) il parterre; 15 euro (10) la gradinata. Le riduzioni saranno applicate per gli under 14, gli over 65, gli studenti universitari, i militari e gli appartenenti alle forze dell’ordine. Ai portatori di handicap e ai loro accompagnatori verrà assegnato un biglietto omaggio nell’apposito settore riservato. Le richieste dovranno pervenire entro 48 ore prima della partita interessata all’indirizzo mail biglietteria@agilvolley.com.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email
Condividi su twitter
Twitter

Condividi l'articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su reddit
Condividi su vk

© 2020-2021 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Condividi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Sezioni