Volley, la Igor prova a fermare la marcia di Conegliano

Nel posticipo che chiude la decima di campionato le ragazze di Bernardi ricevono la Imoco, imbattuta e a punteggio pieno. La regista Bosio: «Partita difficile, ma per noi è un bel banco di prova». Il tecnico trevigiano Santarelli: «Non sono sorpreso di vedere Novara così in alto»

Luci accese al “Pala Igor” questa sera, domenica 3 dicembre, per una delle sfide più classiche degli ultimi anni del campionato femminile italiano, quella fra la Igor Novara e la Prosecco Imoco Conegliano. A questo appuntamento che chiude la decima giornata del la regular season (in un palazzetto esaurito da un paio di giorni si comincia alle 19,30 con diretta su Sky Sport Uno e direzione arbitrale affidata alla coppia Zavater – Saltalippi) si affrontano le “pantere”, capoliste a punteggio pieno da una parte e le azzurre distanziate di tre punti, proprio ieri sera raggiunte al secondo posto da Scandicci, Nell’anticipo le toscane sono infatti andate a vincere 3-0 in casa di Pinerolo (19-25, 29-31 e ancora 19.25 i parziali, con Ekaterina Antropova autrice di 18 punti).


A questo match di cartello entrambe le squadre arrivano con qualche “scoria” rappresentata dai rispettivi impegni settimanali europei. La Igor dalla “maratona” del Pireo, dove è stata comunque brava a cogliere una preziosa vittoria al tie-break e, in particolare, l’aver recuperato due pedine come Anne Buijs e Sara Bonifacio.


«Mi aspetto una partita difficile – ha detto alla vigilia la regista della Igor Francesca Bosio – Conegliano non ha bisogno di presentazioni, per noi si tratterà di un bel banco di prova per misurarci contro una squadra di massimo livello. Dovremo essere brave e provare a metterle in difficoltà, prima con la battuta e poi con il lavoro muro difesa».


Per la palleggiatrice milanese «giocare partite di questo tipo è sempre molto stimolante. Sarà importante andare in campo con la mente sgombra, pensando a fare bene le nostre cose con tanta pazienza. Da parte nostra c’é tanta voglia di far vedere a che punto siamo e di portare a casa più punti possibili».


Sul fronte opposto Conegliano è reduce invece dal successo in Champions ottenuto a Resovia, match che ha lasciato qualche acciacco in casa trevigiana. In ogni caso le “pantere” si presenteranno a Novara agguerrite come sempre e pronte a ribadire che chi comanda sono sempre loro. Lo ha fatto capire il tecnico Daniele Santarelli: «Da un paio di settimane fatichiamo ad allenarci con continuità, Dicembre è un mese impegnativo, ma vogliamo aprirlo nel miglior modo possibile. Ritrovare Novara così ad alto livello per noi è uno stimolo. Se sono sorpreso dai loro risultati? No, perché sapevo che Bernardi avrebbe fatto bene, disponendo di un parco giocatrici di assoluta qualità».

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2023 La Voce di Novara - Riproduzione Riservata
Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni