Volley, basta un’Italia un po’ distratta per calare il poker contro il Kenya

Altro 3-0 per le ragazze di Mazzanti contro la compagine africana, con qualche grattacapo di troppo nel secondo set. Turno di riposo per Egonu, Danesi e Bosetti, hanno fatto il loro debutto Bonifacio e Fersino. Domenica il decisivo match contro le olandesi vale il primato nel girone

Altro scontato 3-0 per l’Italia nel quarto match della fase a gironi del Mondiale. A cadere sotto i colpi delle ragazze di Davide Mazzanti è stato il Kenya, ma ancora una volta la gara non si è rivelata una vera e propria passeggiata come aveva ipotizzato qualcuno. Il nuovo, ampio turnover da parte della panchina azzurra – sono state per la circostanza lasciate a riposo Paola Egonu, Anna Danesi e Caterina Bosetti, mentre hanno fatto il loro debutto anche le altre “novaresi” della comitiva come la centrale Sara Bonifacio ed Eleonora Fersino, schierata però come ricevitrice di seconda linea – ha presentato una squadra che in alcuni frangenti, in particolare nel corso della seconda frazione, ha sofferto la spregiudicatezza della compagine africana.


Dopo un avvio decisamente confortante (11-7), l’Italia ha tenuto in mano il pallino del gioco, chiudendo senza problemi il primo set 25-15. Più complicata la situazione nel gioco successivo, dove le azzurre, un po’ distratte, hanno faticato non poco per scrollarsi le avversarie. L’equilibrio è durato fino a quota 23, poi due punti di Nwakalor (sostituta di Egonu nel ruolo di opposto) hanno consentito di chiudere con il risicato 25-23.


Altra fase a intermittenza nella terza frazione (13-12), poi l’allungo decisivo sino al definitivo 25-17.


Ora due giorni di riposo prima del decisivo – ai fini dell’assegnazione della prima piazza nel girone – match di domenica 2 ottobre contro le padrone di casa olandesi. L’appuntamento è alle ore 16, con la solita diretta televisiva su Rai Due e Sky Sport Uno.

Condividi:

Facebook
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter

Condividi l'articolo

© 2020-2022 La Voce di Novara - Iscrizione al registro della stampa presso il Tribunale di Novara

Luca Mattioli

Luca Mattioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUICI SUI SOCIAL

Sezioni